Il concerto

Un Natale in cartapesta

Nuovo appuntamento, promosso dalla Camerata Polifonica Siciliana, della rassegna "Un palcoscenico per la città" del Bellini di Catania

Va in scena domenica 3 dicembre al Sangiorgi di Catania la "Novena animata" con le marionette di Cartura e i musicisti
di AreaSud, promossa dalla Camerata Polifonica Siciliana, che celebra l’Avvento e i suoi aspetti popolari facendo leva
sul teatro di figura. Maurizio Cuzzocrea di AreaSud: «"Novena Animata" nasce dall’incontro fra due gruppi di lavoro, che amano la loro arte. Sulla base di fondo di un suono immaginario per tutto lo spettacolo, la costruzione sonora progressiva procede in corrispondenza alle creazioni e ai movimenti dei personaggi sulla scena»

Novena animata

Alfredo Guglielmino di Cartura e le marionette della "Novena animata"

Atteso appuntamento natalizio, domenica 3 dicembre al Teatro Sangiorgi di Catania, alle ore 19, per la rassegna Un palcoscenico per la città del Teatro Massimo Bellini, con l’opera teatral-musicale Novena animata, con manianti, pupi e marionette di Cartura e suoni, zampogne e tamburi di AreaSud. Uno spettacolo composito, promosso dalla Camerata Polifonica Siciliana presieduta da Aldo Mattina e diretta da Giovanni Ferrauto, che celebra l’Avvento e i suoi aspetti popolari facendo leva sulle tecniche del teatro di figura, con l’animazione dei manianti Alfredo Guglielmino, Elena Cantarella, Calogero La Bella, Carola Valente, e l’apporto dei suonatori Franco Barbanera, Marco Carnemolla, Maurizio Cuzzocrea, Enrico Grassi Bertazzi e Mario Gulisano. Ne abbiamo parlato con il coordinatore Maurizio Cuzzocrea, scrittore del copione insieme ad Alfredo Guglielmino ed Elena Cantarella.

Maestro Cuzzocrea, partiamo dall’arte marionettistica di Cartura che trae spunto da materiali semplici per mettere in campo tanta fantasia creativa.
«Cartura è un progetto artistico che compirà vent’anni nel 2018, ispirato dalla passione dei suoi mastri per l’arte marionettistica, una passione che definiamo atavica se si considera che il nonno di mastro Alfredo Guglielmino era puparo. Le marionette prendono corpo dalle creature mentali di Cartura attraverso il riciclo di oggetti e l’uso di materiali poveri quali carta, colla e fil di ferro».

Novena animata

Marionette e manianti di Cartura e i musicisti di AreaSud provano la “Novena animata”

Che differenza c’è tra pupi e marionette? In che misura c’è una matrice siciliana e a quali tradizioni ci si ispira?
«I pupi sono legati strettamente alla nostra terra e alle sue tradizioni, con movimenti ben precisi: per manovrarli occorre un ferro per la spada e un filo per lo scudo. Cartura riesce anche a sovvertire la tradizione dei suoi pupi, come il senile Rodomonte e l’Uzeta ubriaco, che sono figure inusuali e commemorative nel contempo. Le marionette invece sono frutto della creatività di intenti e movimenti; si ispirano alla letteratura, alla realtà, alle tradizioni nostrane, alla marionettistica internazionale e a pensieri passeggeri. Ad esempio una marionetta della Novena animata nata qualche anno fa come il ‘primitivo’, neutra e senza volto, scoprendo l’amore per la pittura divenne Chagall».

Lei è integrato nel gruppo dei suonatori della Novena animata: ci parli di questo spettacolo certamente fuori dai canoni che abbina aspetti teatrali a una singolare cornice sonora di sottofondo, qual è quella percussiva.
«Novena Animata nasce dall’incontro fra due gruppi di lavoro, che amano la loro arte, Cartura e AreaSud, ed è un esperimento di creazione collettiva prodotto dalla collaborazione avviata due anni fa nel progetto Zampognarea. Sulla base di fondo di un suono immaginario per tutto lo spettacolo, la costruzione sonora progressiva procede in corrispondenza alle creazioni e ai movimenti dei personaggi sulla scena. Gli strumenti utilizzati da AreaSud sono da sempre quelli della tradizione orale che ci interrogano sul nostro rapporto quotidiano e collettivo con la musica: zampogne, tamburi, friscaletti e marranzani, per i quali si porta avanti un’eterna battaglia tra dignità artistica e riduzione all’ambito folcloristico. Con un’immersione sonora e visiva nella "Novena Animata" ci chiediamo quale sia il ruolo del suono e della musica nella nostra vita».

annaritafontana@virgilio.it

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0