Il tour

A Enna e Marsala il mondo musicale di Cammariere

Il 23 febbraio al Teatro Garibaldi e il 25 febbraio al Teatro Impero, le due date siciliane del cantautore calabrese che presenta il suo repertorio frutto di una carriera lunga un quarto di secolo

Nelle 12 tracce di "Io", l'ultimo disco di Sergio Cammariere, c’è tutto il mondo musicale del cantautore e pianista, capace di combinare in perfetto equilibrio tradizione cantautorale italiana, contaminazioni afro-latine e un’anima jazz che da sempre è l’impronta riconoscibile di ogni sua composizione. Con lui sul palco Amedeo Ariano batteria, Bruno Marcozzi percussioni, Luca Bulgarelli contrabbasso, Daniele Tittarelli sax

Sergio Cammariere

Sergio Cammariere

Lo abbiamo visto duettare all'ultimo Sanremo con Nina Zilli nel brano "Senza appartenere", ora è possibile ascoltarlo finalmente dal vivo. Parliamo del cantautore calabrese Sergio Cammariere, il quale accompagnato dalla sua storica band (Amedeo Ariano batteria, Bruno Marcozzi percussioni, Luca Bulgarelli contrabbasso, Daniele Tittarelli sax), venerdì 23 febbraio alle ore 20.30 sarà il protagonista sul palco del Teatro Garibaldi di Enna (nell’ambito della stagione firmata da Mario Incudine ed organizzata dal Comune in sinergia con l’Università Kore), dove ha fissato la prima delle uniche due date siciliane dell'"IO" tour (l’altra sarà al Teatro Impero di Marsala domenica 25 febbraio).

Il concerto raccoglie tutto il mondo musicale di Sergio Cammariere, quello di cantautore e pianista, inciso nell’album intitolato “IO” uscito alla fine del 2016, e che adesso rivive in un concerto dal vivo insieme alla sua storica band. Lo spettacolo rispecchia l’animo e l’approccio musicale unico dell’artista, una perfetta combinazione tra intensi momenti di poesia, intrisi di suadenti atmosfere jazz e coinvolgenti ritmi latini che accendono il live con calde atmosfere bossanova. Nella scaletta ci sono i suoi brani più amati ma trovano spazio anche nuove esaltanti creazioni, frutto di una ricerca musicale in continua evoluzione. Immancabili poi i tributi e gli omaggi ai memorabili cantautori che lo hanno ispirato durate la sua carriera.

Originario di Crotone (era cugino di Rino Gaetano) e “cittadino del mondo” per inseguire il grande sogno della musica, Sergio Cammariere ha pubblicato diversi album, tra cui “Dalla pace del mare lontano” del 2002, “Sul sentiero” del 2004, “Il pane il vino e la visione” del 2006, “Carovane” del 2009, “Sergio Cammariere” del 2012, “Mano nella mano” del 2014. Autore di colonne sonore di prestigio per il cinema, Cammariere collabora anche con il teatro, riscuotendo sempre successi di critica e pubblico. Grande e generoso concertista, vincitore di premi importanti tra cui la Targa Tenco, sempre attento alla ricerca di nuove sonorità, la sua sensibile versatilità ne fa un artista a tutto tondo, che spazia dalla musica classica al jazz, da ritmi sudamericani ad atmosfere progressive, rese originali da un talento innato per la composizione e da una sinergia con il suo pianoforte che è quasi un prolungamento del suo essere.

Il tour prende il nome da “IO”, disco uscito a fine 2016, chiaro nelle intenzioni sin dal titolo: nelle 12 tracce, per metà tracce inedite e per metà una raccolta, c’è tutto il mondo musicale del cantautore e pianista, capace di combinare in perfetto equilibrio tradizione cantautorale italiana, contaminazioni afro-latine e un’anima jazz che da sempre è l’impronta riconoscibile di ogni sua composizione. In “IO” tornano alcuni punti fermi della sua produzione - dal sodalizio artistico con Roberto Kunstler, il compagno fraterno le cui parole accompagnano le note dell’artista in gran parte dei brani, alla straordinaria alchimia con i musicisti suoi compagni di viaggio in ogni album e in concerto, fino ai suoi brani più amati – e trovano spazio nuove esaltanti creazioni frutto di una ricerca musicale in continua evoluzione, insieme a due irresistibili duetti. C’è stato un tempo in cui Sergio Cammariere si definiva “cantautore piccolino confrontato a Gino Paoli”, oggi i due hanno duettato in “Cyrano”, regalando una canzone di straordinaria intensità in cui la poesia dei versi di Paoli si unisce alla maestria compositiva di Cammariere. «Gino è un anarchico incondizionato e incondizionabile – dice Cammariere - , lo considero il re dei cantautori, ma anche un melodista straordinario». Il secondo duetto contenuto nell’album, “Con te o senza te”, nasce invece dalla collaborazione con Chiara Civello, tra le voci più affascinanti del panorama jazz contemporaneo: ritmi che spaziano tra le tinte del jazz e della bossa nova in un mix che unisce perfettamente il percorso dei due artisti.

Il 27 ottobre 2017 Cammariere ha pubblicato “Piano”, primo disco solo piano che arriva a coronamento della sua trentennale carriera. L’album raccoglie 16 brani ispirati ed emozionanti nati dall’intimità tra Cammariere e il suo strumento, riflessioni in musica che colgono l’essenza delle sue composizioni perché spoglie di parole: solo Sergio, solo pianoforte, “solo” note e armonia. Canzoni capaci di creare un ponte tra le arti, dove musica, cinema, teatro e letteratura si incontrano e si intrecciano felicemente. Ogni brano esplora orizzonti musicali che vanno dal minimalismo sperimentale al blues, dalla forma canzone al jazz. «In questo disco c'è l'essenza della mia anima, la verità. Sono io, davvero a nudo», spiega. Un disco, però, che per il momento non sarà suonato dal vivo: «Per me il live è condivisione, anche con altri musicisti» ha dichiarato il musicista. Lo scorso dicembre, poi, è stata pubblicata la raccolta " L'artista, la vita, la storia - Sergio Cammariere" che contiene i primi 5 album del cantautore.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0