Teatro

A Catania "L'aria del continente" dei Saitta

Da giovedì 3 a domenica 13 maggio, al Piscator, il classico di Nino Martoglio, con la regia di Eduardo Saitta, e Salvo Saitta nei panni di Cola Duscio

Finale di stagione all’insegna del “Made in Sicily” per i Saitta: sarà “L’aria del continente” a congedare il pubblico della cinquantesima rassegna teatrale organizzata dalla famiglia catanese di teatranti

Salvo Saitta

Salvo Saitta

Finale di stagione all’insegna del “Made in Sicily” per i Saitta: sarà “L’aria del continente”, in programma dal 3 al 13 maggio, a congedare il pubblico della cinquantesima rassegna teatrale organizzata dalla famiglia di teatranti al Piscator di Catania. Per l’occasione, il direttore artistico Eduardo Saitta ha scelto infatti di puntare sul classico dei classici, rivisitandone alcune sfumature e snellendone il testo per rendere la commedia adatta ai nostri giorni. Un’operazione che il giovane Saitta ha voluto definire un “lifting”, già testato nelle diverse repliche già tenute in diversi teatri della Sicilia. Al Piscator si assisterà dunque ad una produzione già ampiamente rodata, seppur nella sua nuova edizione, con numerose rappresentazioni all’attivo ed un’ottima risposta di pubblico e critica. La trama rimane, com’è normale che sia, quella ideata da Nino Martoglio nel 1915.

Don Cola arriva da Roma, dal continente, portando una ventata di rinnovamento in un piccolo paese di provincia, fatto di pipe di canna e di uomini con la coppola sulla testa. Giunto nella Capitale per farsi operare all’appendice, Cola incontra Milla Milord, ex soubrette che attraverso l’espediente dell’emancipazione sociale lo induce a cambiar vita. “Fatemi vivere all’uso continentale ca è l’uso civile…” ribadisce l’uomo. La sua casa diventa però polo d’attrazione per i paesani che vogliono conoscere la “Signora”: rientrato in terra natia, il protagonista, magistralmente interpretato da Salvo Saitta, si troverà ad affrontare le opinioni della famiglia, contraria alle novità e spaventata dall’improvviso cambiamento di vita. Il parentado, capitanato dalla sorella Marastella (istrionica Katy Saitta), teme infatti per i possedimenti del Cola, messi a repentagli dall’estroso stile di vita della donna. Tutto si svolge in casa Duscio, luogo d’incontro per sorella, cognato e nipoti. Questa una delle tante novità della commedia, snellita dell’ormai usurato “casinò di compagnia”. Si gioca sull’innovazione, sulla novità e la reinvenzione di alcuni personaggi, tra i quali quello di Fifo, animato da Eduardo Saitta.

«E’ un lavoro che facciamo volentieri visto le risposte del pubblico alle precedenti produzioni, sempre oggetto di critica positiva. Siamo lontani dalla dissacrazione, badiamo, ma siamo sicuramente sopra le righe con una serie di invenzioni divertentissime, leggere, che quasi ci fanno pensare ad un altro spettacolo. Ma è sempre L’aria del continente, o meglio, L’aria nuova del continente». Completano il cast Orazio Torrisi, Aldo Mangiù, Annalise Fazzina, Viviana Toscano, Carmelo Micci, Massimo Procopio ed Eleonora Musumeci.

L’ARIA DEL CONTINENTE, regia di Eduardo Saitta

Personaggi ed interpreti, in ordine di entrata in scena

Cola Duscio (Salvo Saitta), Maria Stella, sua sorella (Katy Saitta), Lucino (Orazio Torrisi), Il Delegato (Aldo Mangiù), Milla Milord (Annalise Fazzina), Clementina (Viviana Toscano), Michelino (Carmelo Micci), Cecè (Massimo Procopio), Lucia, cameriera (Eleonora Musumeci), Fifo (Eduardo Saitta).

Calendario repliche

Giovedì 3 e venerdì 4 maggio ore 21; sabato 5, domenica 6, giovedì 10 e venerdì 11 maggio ore 18; sabato 12 maggio ore 21; domenica 13 maggio ore 18.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0