Il festival

A Militello il festival del cinema indipendente

Dal 31 agosto al 2 settembre la prima edizione della kermesse cinematografica realizzata dal Comune e affidata alla direzione artistica del regista Daniele Gangemi

Tre i giorni del Militello Indipendent Film fest che partirà venerdì 31 agosto, con la proiezione dei lavori in gara, pervenuti da tutto il mondo, tra i quali ne sono stati selezionati 61 su oltre cinquemila dal direttore artistico Daniele Gangemi e dal suo staff

Militello Indipendent Film fest

L'immagine del Militello Indipendent Film fest è un omaggio al Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore

È tutto un brulicare di macchine da presa, ciak e azione, a Militello in Val di Catania, un set naturale a cielo aperto che le troupe del Contest cortometraggi stanno sfruttando fino alle ultime ore prima della consegna delle opere inedite in concorso al  Militello Independent Film Fest

Una tre giorni che partirà venerdì 31 agosto, con la proiezione dei lavori in gara, pervenuti da tutto il mondo, tra i quali ne sono stati selezionati 61 su oltre cinquemila dal direttore artistico Daniele Gangemi e dal suo staff. Dalla mattina alle 9 fino alle 20, il Cine-Teatro Tempio ospiterà ogni giorno il concorso cinematografico di lungometraggi, cortometraggi, videoclip e documentari, intervallato dalle master class tenute da Selene Caramazza, attrice e madrina della kermesse, Ottavio Cappellani, scrittore e giudice del MIFF, e Manuela Metri, attrice e talent scout, anche lei giudice del festival.

Militello Indipendent Film fest

Il sindaco Giovanni Burtone e il direttore artistico Daniele Gangemi al centro del tavolo della conferenza stampa

«Noi siamo terra umile – spiega il sindaco Giovanni Burtone, promotore dell’iniziativa – e sappiamo che solo con il sacrificio si ottengono risultati. C'è una bella coincidenza ed è quella che il nostro film festival si tiene proprio mentre si svolge l'importante kermesse del cinema di Venezia. L’indipendent è privo di red carpet ma è pieno di tanta passione. Ed è da questa passione che vogliamo partire. In genere c'è il detto comunque vada sarà un successo. I numeri della partenza ci dicono che Militello una sfida l'ha già vinta: la bellezza del nostro barocco che diventa set permanente per giorni. Alla fine poi faremo un bilancio. Lo consideriamo quindi un punto di partenza anche per la promozione di Militello. Il cinema ha un’importanza fondamentale come fattore di promozione e produzione culturale. E i circuiti indipendenti sono quelli che più si adattano alla nostra identità». 

Il direttore artistico daniele gangemi: «L’ambizione è quella di diventare il festival di cinema indipendente più importante d’Italia. Come prima edizione abbiamo ricevuto più di 5 mila opere da tutto il mondo, tutti i continenti sono stati rappresentati. Ci si è ristretto il cuore a ridurre a solo 61 lavori, da più di 5 mila di partenza». 

Dalle 21 in poi, in Piazza S. Maria della Stella, spazio alle serate, condotte dalla giornalista Simona Pulvirenti, durante le quali si alterneranno momenti di musica e cinema, si conosceranno i membri della giuria, e verranno premiate le migliori opere. Domenica 2 settembre sarà dato il premio alla carriera a Tuccio Musumeci. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

l contest dei cortometraggi vedrà sfidarsi 17 cineasti che hanno voluto mettersi in gioco realizzando un corto nei sette giorni prima del festival, rispettando le regole del bando e inserendo gli elementi scelti dai giurati – un uovo di gallina, una musicassetta, e la frase “le luci sono tutte spente”. Ragusa Boys, Mystery Guys, Mt-Ballet Club, Usciti pazzi, Anima Randagia, I Braccianti, Gioventù bruciata, Vulkan Production Troupe, Typewriter, Scire-Distefano, Giovani Vecchi, Is_Land, Occhi, Sicily Needs Love, Nadia P35, Caterina Silva, e Nadia Pollina le squadre che hanno raccolto il guanto di sfida.

Militello Indipendent film fest

Uno dei corti per il Miff 

A votare le opere una giuria d’eccezione, presieduta dal compositore Paolo Buonvino che però non potrà essere presente all’evento, che decreterà la migliore per ogni categoria: il produttore Paolo Saviolo, lo scrittore Ottavio Cappellani, la regista Cinzia Castania, il regista Daniele Ciprì, l’attrice e talent scout Manuela Metri, l’attrice Fioretta Mari, che avrà anche il ruolo di presidente del Contest-Cortometraggi, e gli attori Daniele Pilli e Claudia Vismara, giurati del Contest. Al migliore attore o attrice verrà assegnata una prestigiosa borsa di studio di quattro settimane al Lee Strasberg Theatre&Film Institute of Hollywood, sede di New York. Madrina dell’evento l’attrice palermitana Selene Caramazza. Le proiezioni avverranno al teatro Tempio, ogni giorno dalle 9 alle 20. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0