Il concerto

A Catania la musica del Sudan apre la stagione dell'Ame

Venerdì 28 settembre al Centro Zo il concerto di Alsarah & The Nubatones

La stagione dell'Associazione Musicale Etnea si apre all'insegna del dialogo tra le culture con il live dell'autrice, compositrice ed etnomusicologa, considerata unanimamente figura di riferimento internazionale del retro-pop dell’Africa Orientale

Alsarah & The Nubatones

Alsarah & The Nubatones

Sarà la musica africana, questa volta del Sudan, ad aprire venerdì 28 la stagione dell'Associazione musicale etnea, all'insegna del dialogo tra le culture. Dopo Fatou Diawara e Oumou Sangare è la volta di Alsarah & The Nubatones che si esibirà al Centro Zo di Catania.

Sarah Mohamed Abunama-Elgadi, meglio nota come Alsarah, pur essendo emigrata giovanissima negli Stati Uniti a causa della guerra in Sudan, è sempre rimasta legata alla sua cultura di origine attraverso la musica.
Autrice, compositrice ed etnomusicologa, è considerata unanimamente figura di riferimento internazionale del retro-pop dell’Africa Orientale.
Gli studi condotti in Sudan hanno rappresentato un ritorno alla musica di questo paese, imparando innanzitutto il modo in cui gli occidentali guardano l'Altro, ma anche attingendo al patrimonio tradizionale, successivamente fuso con i linguaggi del contemporaneo.
Attiva in numerosi progetti artistici, ha recentemente collaborato con il «Nile Project» nell’acclamato disco di debutto (inserito tra i 5 dischi del 2013 da NPR). Ha collaborato inoltre col produttore francese Débruit nell’apprezzato disco edito nel 2013 dalla Soundway Rec.
Nel 2010 realizza anche un video-concept dal titolo “Vote!”, assieme al rapper Oddissee, per incoraggiare i giovani sudanesi ad esprimere il proprio voto. 
Lo stesso anno, insieme alla sorella Nahid, ha fondato i Nubatones band in cui accanto alle radici personali, con i testi cantati in arabo sudanese e l'attenzione agli strumenti tradizionali, si affianca un rigoroso studio accademico.
Nella primavera del 2014 finalmente il disco di debutto con la band dei Nubatones (“Silt”), seguito nel settembre 2016 dall’ottimo “Manara” (“The Lighthouse”) che si caratterizza per un suono moderno e retrò allo stesso tempo.

Alsarah & The Nubatones
Alsarah voce
Nahid seconda voce
Rami El Aasser percussioni
Mawuena Kodjovi basso
Brandon Terzic oud

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0