Incontri

Giuseppina Torregrossa a Palazzo Butera

Martedì 13 novembre la scrittrice palermitana presenta il suo ultimo "Il Basilico di Palazzo Galletti" nella sala della Cavallerizza di Palazzo Butera, a Palermo

All'incontro seguirà un cocktail con l'autrice alla vineria letteraria Le Cattive

Giuseppina Torregrossa

Giuseppina Torregrossa e la copertina del suo libro

La libreria Flaccovio Mondadori Store organizza martedì 13 novembre alle 18  nella sala della Cavallerizza di Palazzo Butera di Palermo la presentazione del libro di Giuseppina Torregrossa "Il Basilico di Palazzo Galletti" (ingresso libero). Alle 19.15 cocktail con l'autrice alla vineria letteraria Le Cattive - Caffè Vino Cucina (solo su prenotazione 091 7654420).

"Il Basilico di Palazzo Galletti"  L'estate avvampa a Palermo, la terra è arida e i bacini a secco. Dai rubinetti, come sempre in agosto, l'acqua scende appena, sui marciapiedi l'immondizia fermenta rendendo l'aria irrespirabile, e a nulla servono preghiere e invocazioni a santa Rosalia affinché faccia piovere. I poveri si muovono nei bassi come fantasmi nella polvere, i più abbienti hanno già lasciato i quartieri alti per le loro ville al mare. Nell'attesa della festa in onore della patrona della città, Marò, da poco promossa a capo del gruppo "antifemminicidio", porta avanti con riluttanza una nuova complessa indagine su un omicidio avvenuto il giorno di Ferragosto. Non attraversa un periodo felice, la commissaria. La promozione, anziché gratificarla, l'ha resa insicura, come non si sentisse all'altezza di quella nuova responsabilità – e in cuor suo desidera smettere "la pesante divisa da poliziotta, per vestire i panni più leggeri della cuciniera"; la turbolenta relazione con Sasà, sempre più intrattabile da quando il questore l'ha spedito in un sonnacchioso commissariato dove nulla funziona e nulla accade, pare volgere al tramonto fra risentimenti, incomprensioni e défaillance sessuali. Gli anni passano veloci, troppo, e forse quell'uomo bizzoso, un tantino rozzo e grossolano, è l'ultima possibilità che le rimane di crearsi una famiglia. È per questo, perché la sua vita è a un punto morto, che Marò avrebbe preferito non occuparsi del caso? Intanto l'indagine, inaspettatamente, le sta mettendo sotto il naso man mano elementi che sembrano avere bizzarre implicazioni con la sua vita privata. Quale svolta l'attende in fondo a questa estate "che non lascia presagire nulla di buono"?

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0