Reading

Le 46 lettere di Claudio Morici scritte per un bambino

Lo scrittore e attore romano porta il suo “46 tentativi di lettera a mio figlio" venerdì 23 novembre al Piccolo Teatro Patafisico di Palermo e domenica 25 novembre al Teatro Coppola di Catania

Lo scrittore i cui reading hanno riempito spazi culturali e teatri di mezza Italia torna in Sicilia con il suo nuovo lavoro dai risultati amziosi: spiegare a un bambino il senso della vita e soprattutto il perché della separazione dei suoi genitori

Claudio Morici

Claudio Morici

Il narratore è fermo davanti a un microfono e un leggio. Ai suoi piedi, decine di giocattoli rivolti verso lui, che aspettano impazienti di sentire il racconto. Parte così “46 tentativi di lettera a mio figlio" di Claudio Morici – lo scrittore i cui reading hanno riempito spazi culturali e teatri di mezza Italia - con  la lettura della prima lettera, una per ogni anno di vita dell’autore. L’obiettivo di chi scrive è ambiziosissimo: spiegare a suo figlio il senso della vita e soprattutto il perché della separazione dei suoi genitori. Ma il viaggio sarà lungo e pieno di ostacoli con sfaccettature tonali che vanno dal comico al drammatico, dal biografico al fiabesco. 

Dopo il successo di “Lui e Leila” nella scorsa stagione, Morici torna in Sicilia con il suo ultimo lavoro  che ha debuttato lo scorso marzo ed è stato selezionato per il Festival di Todi Off: Venerdì 23 novembre al Piccolo Teatro Patafisico di Palermo e domenica 25 novembre al Teatro Coppola di Catania

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0