Musica

Zampognarea tra sperimentazione e nu-folk

Venerdì 21 dicembre alle ore 19 nella Chiesa S.M. dell’Aiuto a Catania per “Zampognarea. Il mondo delle zampogne tra uomini e suoni” è in programma il live degli Oi Dipnoi, formazione composta da Valerio Cairone, Mario Gulisano e Marco Carnemolla

Il progetto itinerante di conoscenza e diffusione del patrimonio musicale tradizionale propone il live della formazione catanese che si muove tra sperimentazione, nu-folk, progressive e contemporary world music

oi dipnoi

Oi Dipnoi, da sinistra Marco Carnemolla, Valerio Cairone, Mario Gulisano

Continuano gli appuntamenti di “Zampognarea. Il mondo delle zampogne tra uomini e suoni”, progetto itinerante di conoscenza e diffusione del patrimonio musicale tradizionale, realizzato dalle associazioni Darshan e Areasud, con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, dell’Assessorato del Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana e dell’Assessorato alla cultura del comune di Catania.

Venerdì 21 dicembre alle ore 19 (ingresso libero) nella Chiesa S.M. dell’Aiuto a Catania è in programma il live degli Oi Dipnoi formazione composta da Valerio Cairone (organetto, zampogna, fiati, strumentini), Mario Gulisano (percussioni, marranzano, voce) e Marco Carnemolla (basso elettrico, marranzano, voce) che si muovono tra sperimentazione, nu-folk, progressive e contemporary world music.

Pontos, dal greco antico, il mare profondo è l’ultimo lavoro degli Oi Dipnoi, il cui nome deriva dai pesciolini preistorici siciliani. Dal 2013 ad oggi gli Oi Dipnoi da Catania siano stati invitati più volte ai principali festival folk e world mondiali in Paesi come la Croazia e la Francia, e poi anche India e Australia, ma più sovente l’Ungheria, dove i tre musicisti sono ormai ospiti fissi e dove risiede la loro etichetta discografica, quella NarRator Records sita sulle rive del lago Balaton, che ha pubblicato nel 2015 il primo e fortunato lavoro “Bastrika” e si appresta a gennaio a pubblicare pure il secondo, stavolta con distribuzione mondiale. Gli Oi Dipnoi sono stati poi impegnati nella loro seconda tournée in Australia che li ha visti da fine anno 2017 a tutto gennaio fino a marzo 2018 nei più grossi festival mondiali, come il Woodford Folk Festival di Brisbane, il Cygnet Folk Festival in Tasmania, il Port Fairy Folk Festival nello stato del  Victoria e infine Illawarra Folk Festival nei pressi di Sydney, oltre a diverse altre location non meno prestigiose, come gli Istituti Italiani di Cultura di Sydney e di Melbourne, che hanno patrocinato per la seconda volta la tournée.


Il progetto Zampognarea, prevedendo una mostra nella Chiesa San Nicolò l’Arena in piazza Dante (fruibile fino all’8 gennaio 2019), performance, concerti, incontri, laboratori e convegni sulla zampogna nel Meridione, per la sua valenza ed importanza è inserito ufficialmente nel programma dell’Anno europeo del Patrimonio culturale 2018, promosso dal MIBAC.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0