Jazz

Giacomo Tantillo dà "acqua" alle trombe

Giovedì 3 gennaio nella chiesa di Santa Maria La Nova, a Palermo, il trombettista e compositore palermitano presenta il suo primo cd “Water Trumpet” nell'ambito della rassegna "Natale a Palermo"

Si tratta dell'unico concerto jazz della rassegna organizzata dai club service Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist. Sul palco, insieme a Giacomo Tantillo, Angelo Di Leonforte al pianoforte, Giovanni Villafranca al contrabbasso e Paolo Vicari alla batteria

Giacomo Tantillo

Giacomo Tantillo

Acqua versata in una tromba. Nasce così l’unico concerto jazz di  “Natale a Palermo”, la rassegna di dieci appuntamenti gratuiti nelle chiese, organizzata dai club service Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist: giovedì 3 gennaio nella chiesa di Santa Maria La Nova (piazza San Giacomo alla Marina) a Palermo, alle 19, Giacomo Tantillo riunirà il suo quartetto per presentare il suo primo cd “Water Trumpet”. Completano l’ensemble del trombettista palermitano, Angelo Di Leonforte al pianoforte, Giovanni Villafranca al contrabbasso e Paolo Vicari alla batteria. Ingresso libero.

“Water Trumpet” arriva in un momento importante della vita di Tantillo: il trombettista, e qui compositore, rientra dopo un periodo di studi al famoso Berklee College of Music di Boston, esperienza che lo ha segnato molto e fatto crescere professionalmente. La sua ricerca si condensa molto bene nel titolo, “Water Trumpet” appunto che nasce da uno dei brani contenuti nel cd: “tromba con l'acqua dentro” ovvero un esperimento molto ironico che consiste nel versare acqua nello strumento e scoprire il suono prodotto.  Sicilia e America quindi, sul filo della sperimentazione che Tantillo conduce con il suo quartetto e che scopre anche amori inconsueti, come l'omaggio al musicista statunitense Woody Shaw con i brani “Stepping Stone” e “In case you haven't heard”. Che nel cd si uniscono alle musiche originali di Tantillo. Fino alla delicata “Valentine” che rimanda – ma solo lontanamente - all'altra “Funny Valentine” di Miles Davis. E i brani mediterranei raccontati da Onda Musicale “come “Il balcone del marchese” scritto tra le sale da ricevimento di un giovane rampollo siciliano, allievo del trombettista, connubio perfetto per descrivere le contraddizioni di una villa nobiliare sopravvissuta alla modernità. O “Nei meandri dei Parrini”, il vecchio borgo medievale che Giacomo attraversa ogni giorno per andare al lavoro.

GIACOMO TANTILLO -  “Official Yamaha Artist” 

Trombettista/Compositore classe ’86; docente di tromba/tromba Jazz (AFAM) all’istituto superiore “A.Toscanini” di Ribera (AG) e l’ Istituto Comprensivo” Cassarà/Guida” di Partinico (PA). Vanta diverse collaborazioni e partecipazioni all’interno di orchestre jazz e sinfoniche, jazz Festival e registrazioni di colonne sonore per film di compositori come Luis Bacàlov e Giuseppe Vasapolli. Partecipa a vari corsi di perfezionamento con : Sean Jones, Darren Barrett, CharliesTolliver, Ambrose Akinmusire, Elliot Maison, Jeff Stout, Stjepko Gut, Barry Harris, Flavio Boltro, Fabrizio Bosso, John Kinnison, Paul Jeffrey. Recentemente rientrato in Italia dopo gli studi al Berklee College of Music di Boston, suonando in numerosi concerti organizzati dallo stesso college e in diversi jazz club americani e partecipa alla registrazione del disco “Transitions” (Jazz Revelation Records and John Clayton) che ogni anno vanta la partecipazione dei migliori studenti Berklee. Vincitore della XVI edizione del Premio internazionale Massimo Urbani per solisti jazz, registra per conto della Musicamdo Jazz Record/IRD” il suo disco di esordio “REWIND” insieme al co-leader Francesco Patti al sax alto (vincitore ex-aequo), Giuseppe Cucchiara al contrabbasso, Seby Burgio al pianoforte e Stefano “brushman” Bagnoli alla batteria. Dal giugno 2014 è membro stabile dell’ Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti di Firenze con cui incide “Ma che ci fanno le foglie negli armadi” prodotto da Camilla Records CAM – 015.2 e partecipa al documentario “Quest’ Italia suona il Jazz” di Marco Guelfi prodotto da Solaria Film e Luce Cinecittà. In collaborazione con Rai Cultura, Fondazione Musica per Roma e Novara Jazz partecipa al documentario dell’ Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti diretta da Paolo Damiani “I ragazzi del Jazz”, su Rai5.

Ha suonato in America, Belgio e Francia. Ha suonato ed inciso dischi con Danilo Rea, Paolo Damiani, Rosario Giuliani, Fabio Zeppetella, Gianluigi Trovesi, Enrico Rava, Paolo Fresu, David Kikosky, Maria Pia De Vito, Maurizio Giammarco, Stefano Bagnoli, Marcello Pellitteri, Denise King, Luis Bacalov, Paolo Belli, Mario Venuti, Roy Paci, PeeWeeEllis, Ermanno Giovanardi La Crus, John Lee, Jimin Park, Vincenzo Mancuso, Orazio Maugeri, Tony Canto, Luca Scorziello, Lorenzo Fragola, Eros Ramazzotti, Gigi d'Alessio, Francesco Renga, Nek, Le Vibrazioni, Nina Zilli, Samuel, Alessio Bernabei, Francesco Gabbani, J-Ax,Fedez, Sergio Silvestre.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0