Teatro

A Catania il genio di Leonardo tra vita, opere e invenzioni

Prodotto dalla Note International Academy, il 15 febbraio alle 21 al Piccolo Teatro di Catania torna "Leonardo, profilo di un genio" messinscena di Massimo Leggio dal testo di Laura Tornambene che va in scena con lo stesso Leggio e con Giovanni Arezzo e con Siria Rindone

Abilmente, così come un libro da sfogliare, in "Leonardo, profilo di un genio" gli attori narreranno la vita, le opere, le invenzioni, il pensiero, gli stati emotivi del grande maestro, presentato con le sembianze di un giovinetto poiché «la morte ha svelato il suo vero volto: il bambino»

Laura Tornambene

Laura Tornambene

Il 2 maggio 1519 moriva Leonardo da Vinci, in Francia, lasciando lì la sua opera più famosa, la ‘Monna Lisa’. “Portai io stesso la notizia della sua morte a Francesco I; e quel sovrano potente e raffinato fece una cosa che pochi re si concedono…Pianse… in un modo impossibile da consolare!”

Con queste parole Francesco Melzi, uno degli allievi di Leonardo, racconta al pubblico gli attimi che susseguirono alla dipartita del grande genio toscano. E sarà Massimo Leggio (che firma pure la regia) ad impersonare il Melzi nell’opera teatrale Leonardo, profilo di un genio, scritta e interpretata da Laura Tornambene, opera che sarà messa in scena nuovamente al Piccolo Teatro di Catania venerdì 15 febbraio alle ore 21 per la stagione L’Anno della R.A.N.A. – Rivoluzioni.Artistiche.Non.Autorizzate.

Con loro, saranno sul palcoscenico anche Giovanni Arezzo, altro superlativo attore ormai affermatosi in tutta Italia e ultraapplaudito nello scorso settembre al Castello Ursino in “Chet” (il trombettista bianco), e Siria Rindone, già protagonista al Piccolo nello scorso novembre in “Sei Pronto per la Fine del Mondo?”.

Massimo Leggio e Giovanni Arezzo

Massimo Leggio e Giovanni Arezzo

L’eclettica Rindone, formatasi e perfezionatasi presso il Triennio Accademico di Recitazione-Canto-Danza della Note International Academy di Catania, è quindi diventata uno dei performer più impegnati dalla produzione, che ne ha così favorito lo sviluppo e l’emergere delle notevoli qualità e del talento.

Abilmente, così come un libro da sfogliare, gli attori narreranno la vita, le opere, le invenzioni, il pensiero, gli stati emotivi del grande maestro, presentato con le sembianze di un giovinetto poiché «la morte ha svelato il suo vero volto: il bambino».

Siria Rindone

Siria Rindone

Musiche rinascimentali di sottofondo, luminosità che va e viene in un alternarsi di luci ed ombre, saranno altri elementi suggestivi e fondamentali dello spettacolo. Uno spettacolo innovativo nel suo essere multimediale, nell’essere ritenuto dai docenti una azzeccata modalità di fare teatro-didattica, nel suo unire alla recitazione il mezzo audiovisivo, nel suo portare lo spettatore dentro quel periodo storico e coinvolgerlo, nel far rivivere sul palco, cinquecento anni dopo la sua morte, il Genio del Rinascimento, “scienziato rivoluzionario” e “artista finissimo”, nel far apprezzare ad un pubblico di tutte le età la ricchezza di particolari sulla vita intima e soprattutto sul carattere di Leonardo. Particolari che l’attrice-autrice laura tornambene ha sapientemente saputo dosare nel racconto scenico, che è anche un’opera letteraria cartacea delle Edizioni KryptoMeridies.

I ticket sono disponibili al BoxOffice di Catania o presso la Note International Academy (328 5891264, 329 0069218, 095 475009, meridies@noteinternational.it). Lo spettacolo è convenzionato con la ‘Carta del Docente’.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0