La band

Con i Cirrone il rock va in carcere

Il 6 febbraio la nota formazione dei fratelli Alessandro, Mirko e Bruno Cirrone suonerà al Pagliarelli della loro Palermo, concerto per 400 detenuti, la prima volta che il rock entra nell'istituto di pena palermitano. E il 3 febbraio i Cirrone saranno in tv ospiti di Uno mattina nello spazio "Il caffè di Rai Uno"

Dopo l'apparizione sulla tv di Stato e il concerto per i carcerati del Pagliarelli, i Cirrone partiranno per le nuove tournée internazionali, nel Regno Unito ad aprile e in America a giugno

Cirrone Band

I Cirrone ovvero i fratelli Bruno, Alessandro e Mirko Cirrone al Cavern Club di Liverpool dove nacquero i Beatles

Settimana intensa per i Cirrone, la band palermitana formata dai tre fratelli Alessandro (chitarra e voce), Bruno (basso e voce) e Mirko Cirrone (chitarra e voce) e da Daniel Bellina (batteria). Il 3 febbraio, infatti, i Cirrone si esibiranno negli studi di Saxa Rubra a  Roma per il popolare programma di Rai Uno "Uno Mattina" all'interno della rubrica Il Caffè di Rai Uno, dedicato a musica, cinema e spettacolo, con un approfondimento dei fenomeni culturali, sociali e di costume più rilevanti in Italia e nel mondo. La band dei tre fratelli Cirrone eseguirà il loro nuovo singolo “All Right All Night”.

I Cirrone hanno all'attivo decine di partecipazioni a programmi televisivi e radiofonici  (Radio Uno e Radio Due), tra i quali ricordiamo le loro partecipazioni live in programmi quali Caterpillar, Io Chiara e L'Oscuro, Demo, Uno Mattina etc

"All Right All Night" è il singolo del recente lavoro discografico "Kings For A Night" che ha già raggiunto importanti traguardi a livello internazionale raggiungendo il primo posto in diverse prestigiose classifiche del genere musicale pop rock e che negli ultimi mesi ha letteralmente fatto il giro del mondo in numerose radio internazionali. I Cirrone sono anche reduci da tre tour in Inghilterra nel 2017, circa 30 concerti nelle principali città inglesi che hanno visto i Cirrone esibirsi nell'ambito anche di festival americani in terra inglese. Ospiti anche di alcuni illustri programmi radiofonici della BBC, in occasione dei quali, la band ha presentato il  singolo "All Right All Night" e suonato live in acustico.  

Cirrone Band

Alessandro, Mirko e Bruno Cirrone

Numerosissime le recensioni entusiastiche che hanno portato i Cirrone ad essere apprezzati anche da personaggi di rilievo internazionale come Chris Dreja, fondatore e chitarrista della storica band inglese degli Yardbirds, vera icona rock il quale ha voluto di persona incontrare i tre fratelli lo scorso novembre a Londra. Fortemente colpito e positivamente impressionato dalla musica  a tal punto da volere omaggiare i Cirrone con la seguente citazione:  “Cirrone, outstanding band from Sicily with hauntingly beautiful voices and catchy tunes... brilliant!” ovvero "Cirrone, band eccezionale che viene dalla Sicilia con voci incredibilmente belle e melodie orecchiabili ... Magnifici!". Le canzoni della band palermitana vengono giornalmente trasmessa nelle radio di numerosi paesi stranieri. Il nuovo tour in UK partirà il 22 aprile 2018. Un tour americano è in programmazione a partire da giugno 2018.

E in attesa di queste nuove missioni estere, i Cirrone si dedicheranno alla loro città. Il 6 febbraio, alle 10, infatti, suoneranno al Carcere Pagliarelli. Per la prima volta in assoluto il rock entra dentro la casa circondariale Paglierelli di Palermo. Il concerto è rivolto ai circa 400 detenuti (donne e uomini) che assisteranno ad un vera e propria esperienza musicale rock che li porterà a rivivere i classici che hanno segnato la storia musicale inglese ed americana dei nostri tempi. Proprio a quella gloriosa tradizione musicale, i fratelli Cirrone vogliono riallacciarsi portando la loro musica all'interno del carcere. Già nel 1968 infatti, Johnny Cash, celebre cantante folk americano, fu il primo a cui venne l'idea di esibirsi in un concerto gratuito dentro una prigione americana andando contro la sua stessa casa discografica che, in principio si oppose all'idea, poi pubblicò le registrazioni e "At Folsom Prison" finì per vendere 3 milioni di copie solo negli Stati Uniti. 

L'associazione culturale MusiCall propone dunque un concerto che, avrà come perno la musica rock vista come momento di svago e spensieratezza ma soprattutto veicolo di partecipazione e sostegno da parte della città di Palermo nei confronti del carcere in un momento di aggregazione. ll Rock è “cultura”, e Palermo, Capitale della Cultura 2018 vuole coinvolgere anche la popolazione detenuta del Pagliarelli. La musica con il suo grande potere attrattivo ed aggregante è il legame che unirà le due diverse realtà: i musicisti ed i detenuti. Il cerchio si unisce. La città è con i detenuti. E la musica, intesa come forma artistica universale, è uno dei tanti veicoli attraverso i quali poter offrire solidarietà, svago e cultura alle minoranze più disagiate.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0