Il disco

Isteresi: «"Casa nostra" è la colonna sonora delle nostre radici»

A quattro anni di distanza dall’esordio, la formazione pop rock ennese a giugno torna al disco: 10 brani inediti anticipati da 3 singoli (tra cui l’ultimo "Sogni Migliori"). Il 23 giugno concerto di presentazione al Garibaldi di Enna

Il nuovo album della band ennese contiene dieci i pezzi inediti, un progetto musicale meditato in ogni suo aspetto. Il cantante Andrea Colaleo: «Abbiamo lavorato per quasi due anni. Abbiamo voluto che questo viaggio di emozioni e di temi potesse essere, in un certo senso, la colonna sonora delle nostre radici»

Isteresi

Gli Isteresi: Antonio Menzo, Orazio Marazzotta, Andrea Colaleo, Francesco Argento e Mario Branciforte

Per girare il video di Sogni migliori, terzo singolo estratto dall’album Casa nostra in uscita a giugno, la band ennese Isteresi (Andrea Colaleo voce, Mario Branciforte chitarra, Francesco Argento batteria, Orazio Marazzotta basso e Antonio Menzo tastiere) ha deciso di “migrare” verso Londra, proprio come chi va fuori per realizzare il proprio progetto di vita.
«Da bambini - racconta Andrea Colaleo - sognavamo di diventare supereroi, astronauti, pompieri, principi, ma lo immaginavamo a due passi da casa di mamma e papà. Cresciuti, si fanno invece i conti con la vita, e ci si sveglia sotto un cielo straniero, con in mano un passaporto e in bocca una lingua diversa. Quanti compagni di banco sono sparsi per il mondo a inseguire la vita, a trovare un lavoro, a inseguire un sogno che purtroppo non è più essere un supereroe o astronauta. Londra da anni è diventata un po’ il simbolo di questa migrazione, ed abbiamo deciso di dare un volto a questo viaggio. Sogni migliori, racconta il coraggio di chi rimane nella nostra terra, del coraggio di chi va via, del coraggio anche di chi si arrende, perché anche per smettere di sognare bisogna avere coraggio».

Il nuovo disco della formazione ennese arriva a quattro anni di distanza dal fortunato album di esordio Notte nel cuore.
«Quando siamo entrati la prima volta in sala d’incisione era quasi un gioco - continua Andrea -. Forse eravamo ignari di quello che sarebbe successo negli anni futuri, di come le nostre vite sarebbero cambiate, anche perché fino a quando si suona Battisti o gli Acdc si è tutti bravi, ma quando si decide di mettersi a nudo cominciando a cantare in pubblico quello che scrivi nell’intimità della tua stanza o della sala prove, inizia il bello. Bisogna avere coraggio per cantare di se stessi. Noi siamo quelli di sempre, forse con un pizzico in più di sfacciataggine e di consapevolezza di ciò che siamo. Litighiamo come nemici in sala prove per arrangiamenti e scelte da fare ma sappiamo che lo facciamo perché teniamo l’uno all’altro e vogliamo il massimo per noi».

Isteresi Sogni Migliori

Gli Isteresi sul set di "Sogni migliori"

L’album Casa nostra contiene dieci pezzi inediti e il 19 maggio sarà lanciato il videoclip di Sogni migliori che anticipa di qualche settimana l’uscita dell’album. «Stiamo già lavorando all’organizzazione di diversi concerti in giro per le piazze d’Italia con una data zero ad Enna, il 23 giugno al Teatro Garibaldi, anche perché è… Casa Nostra».
Il nuovo disco è un progetto musicale meditato in ogni suo aspetto. «Il secondo album per un artista è sempre quello più difficile - continua Colaleo - ma per noi non sembra esserlo stato. Abbiamo lavorato per quasi due anni ed abbiamo voluto aspettare perché volevamo che fosse così come è diventato: perfetto (almeno per noi). Eravamo molto indecisi sul titolo: fino alla fine abbiamo tenuto in considerazione anche “Radici”, poi abbiamo pensato che “Casa nostra” includesse anche il concetto di radici. Abbiamo voluto che questo viaggio di emozioni e di temi potesse essere, in un certo senso, la colonna sonora delle nostre radici».

Nell’album si racconta l’amore, l’attualità, i sentimenti, e tutto ciò che la musica può veicolare. A questo nuovo percorso hanno collaborato Annalisa Andreoli (nel brano Ancora un bacio, primo singolo che ha annunciato il nuovo album) e Angelo Pierreco (in Casa Nostra) ed il produttore artistico Riccardo Piparo (uno dei componenti del trio house-pop Ti.Pi.Cal.).
Secondo estratto dal nuovo album è Ho bisogno di te, di cui è stato realizzato un video girato tra le strade di Enna e all’interno del Teatro Garibaldi, di cui firmano la regia Franz Cantalupo e Raffaele Ferrazzano.


«Quando si scrive una canzone spesso si viene influenzati da ciò che si vive, da ciò che si legge, da ciò che succede nel mondo - spiega Andrea -. Mentre decidevamo i brani da inserire nel nostro nuovo album uno di noi stava leggendo “A spasso con Bob”, libro autobiografico di James Bowen, che narra di un senzatetto e tossicodipendente in recupero che si guadagna da vivere come artista di strada suonando la chitarra. L’incontro fortuito con un gatto rosso che mangia fiocchi di mais darà una svolta alla sua vita. Ho bisogno di te è ispirato a questa storia, che racconta come il senso della vita sta nel prendersi cura di un’altro essere vivente».

tiziana.tavella1@gmail.com

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0