Charity

Catania per l'Airc, il pop sostiene la ricerca sul cancro

Domenica 11 novembre sul palco del Teatro Massimo Bellini di Catania l'Associazione italiana per la ricerca sul cancro e l'etichetta Viceversa Records organizzano per l’Airc Musica&Ricerca una serata di beneficienza diretta dal manager dell'etichetta Enzo Velotto

Alla serata hanno aderito numerosi nomi della scena pop e folk (Alfio Antico con Paolo Sorge e Amedeo Ronga, Giovanni Caccamo, Gabriella Grasso, i Lautari, Luca Madonia, Vincenzo Spampinato, i Sugarfree e Mario Venuti) che saranno presentati da Pippo Baudo e Salvo La Rosa

Protagonisti serata Airc

Luca Madonia durante le prove di Catania per l'Airc Musica & Ricerca

“Io vivo… ai margini di una vita vera”. Sbirciamo in sala prove, seguendo la traccia sonora della musica che, invisibile, oltrepassa la porta di sicurezza. Chitarre, basso, batteria, tastiere e percussioni: sullo sfondo del microscopio blu dell’Airc – simbolo e logo dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro – c’è Luca Madonia, la sua chitarra e L’alieno, brano presentato a Sanremo nel 2011 con la partecipazione di Franco Battiato. E’ lui ad aprire i turni di prove ad Acireale in vista del live Catania per Airc. Musica & Ricerca, il grande concerto di charity - in programma domenica 11 novembre, al Teatro Massimo Bellini - organizzato dalla Delegazione di Catania dell’Airc a sostegno dei centri di ricerca italiani impegnati nella lotta al cancro.

Prove Catania per l'Airc

Luca Madonia durante le prove

Tra rock italiano, musica leggera e brani della tradizione popolare, di scena al Bellini saranno due generazioni di cantautori e band dal Dna tutto siciliano: Alfio Antico con Paolo Sorge e Amedeo Ronga, Giovanni Caccamo, Gabriella Grasso, i Lautari, Vincenzo Spampinato, i Sugarfree e Mario Venuti e Luca Madonia. Con loro la band di professionisti riunita per l’occasione da Enzo Velotto, manager della Viceversa Records e produttore della manifestazione. Diretti da Denis Marino (chitarre acustiche) sono Enzo Di Vita (batteria), Gionata Colaprisca (percussioni), Vincenzo Virgillito (basso e contrabbasso), Luca Galeano (chitarre elettriche), Pierpaolo Latina (tastiere), Emilia Belfiore (violino), Ianina Iancovenco (violino), Alexandra Butnaru (viola), Tiziana Cavaleri (violoncello), Concetta Sapienza (fiati). A duettare sul palco, restituiti per una sera all’affetto e all’orgoglio del pubblico catanese, saranno poi due presentatori dal carisma indiscusso: l’inossidabile Pippo Baudo, pietra miliare della televisione italiana, e il giornalista e popolarissimo conduttore Salvo La Rosa. Fra gli ospiti della serata, anche l’atleta Maria Cocuzza, olimpionica di ginnastica artistica, l’attrice Manuela Ventura e il coreografo Roberto Zappalà. Lo spettacolo sarà introdotto dalla piccola orchestra infantile della scuola Malerba che eseguirà l’Inno d’Italia.

Enzo Velotto

Enzo Velotto


L’incursione in sala prove ha consentito di sbirciare nella scaletta della serata. Ecco qualche anticipazione: aprono i tamburi e le percussioni di Alfio Antico, accompagnato sul palco dalla chitarra jazz di Paolo Sorge e dal contrabbasso di Amedeo Ronga per un impasto timbrico di grande fascino e suggestione. La chiusura è invece affidata alla voce di Mario Venuti e ai raffinatissimi Fortuna, Veramente e al recente Lasciati andare dall’album Motore di vita uscito quest’anno. Giovanni Caccamo porterà Eterno (da Sanremo 2018) e Ritornerò da te (vincitore fra le nuove proposte di Sanremo 2015); i Sugarfree proporranno Cleptomania, singolo d’esordio della band catanese nel 2004 e Solo lei mi dà (Sanremo 2006); dall’album del 2017 Vussia Cuscenza, le cui sonorità ammiccano alla bossa nova; Gabriella Grasso ha scelto Camurria e Cunta e pigghia; mentre Vincenzo Spampinato, autore sempre ispirato e autentico, per il pubblico del Bellini ha in serbo Quando verrà il 3000 e L’amore nuovo. Un cast di altissimo profilo quello riunito da Velotto, che sottolinea l’entusiasmo con cui gli artisti hanno accolto l’invito a salire sul palco per l’Associazione italiana ricerca sul cancro: «Un’adesione spontanea e incondizionata – ha commentato il discografico – con l’idea di fare qualcosa insieme, grazie alla magia della musica, per aiutare la ricerca scientifica nella lotta contro un male con cui purtroppo ognuno di noi, in famiglia, al lavoro o tra gli amici, ha dovuto fare i conti».

Il professore Riccardo Vigneri, endocrinologo e presidente di Airc Sicilia, ricorda i bei numeri delle donazioni in Sicilia: «Nonostante un reddito pro capite fra i più bassi d’Italia, siamo al quarto posto dopo regioni ricche del Nord. Cinque i progetti di ricerca finanziati nel 2017 a favore di laboratori delle università di Catania e Palermo e delle maggiori aziende ospedaliere».
Fra i partner dell’evento di charity – che conta su numerosi sponsor privati – anche Radio Studio Centrale e le librerie Cavallotto, dove i volontari Airc stanno distribuendo gli ultimi inviti per partecipare alla raccolta fondi del concerto. Per informazioni si può chiamare lo 095.506848, o uno dei seguenti numeri mobili 333.1879440, 349.2411995 e 338.9224603, email del.catania@airc.it.
vivere@viveregiovani.it

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0