Teatro

La rivoluzione della R.A.N.A.

Col musical "Sei pronto per la fine del mondo?" si apre il 23 novembre al Piccolo di Catania la stagione musical-teatrale organizzata da Note International Academy diretta Laura Tornambene (per la parte teatrale) e da Carmen Fontana (per la parte musicale)

"Sei pronto per la fine del mondo? - Musical da camera contro l’Apocalisse" torna in scena al Piccolo Teatro della Città come spettacolo d'esordio della stagione "L'anno della R.A.N.A. (Rivoluzioni.Artistiche.Non.Autorizzate.). La regista, autrice e attrice Laura Tornambene cura 4 titoli su 5 della rassegna: «Non si possono fare appassionare i giovani al teatro se non parla il loro linguaggio»

Sei pronto per la fine del mondo? Musical

I giovani protagonisti del musical "Sei pronto per la fine del mondo?" prodotto da Note International Academy

«Il teatro è vivo, è attuale, così come lo è la sua funzione catartica e di spinta alla riflessione costante su quello che ci sta intorno. Non si possono fare appassionare i giovani al teatro se il teatro non parla il loro linguaggio e di cose per loro interessanti». Non ha dubbi Laura Tornambene, attrice, regista e autrice etnea, anima pulsante dell’Anno della R.A.N.A. (Rivoluzioni.Artistiche.Non.Autorizzate.), la stagione musicale-teatrale 2018-2019 prodotta dalla Note International Academy che debutta il 23 novembre alle 21 al Piccolo Teatro della Città (via Ciccaglione 29) con il musical Sei pronto per la fine del mondo? - Musical da camera contro l’Apocalisse.
Convenzionata con la Carta del Docente, la rassegna dai contenuti innovativi e al passo con i tempi, mette in scena tra opere inedite e drammaturgie attuali, storie … Così come sottolineato da Laura Tornambene, che firma ben 4 dei 5 spettacoli tra cui proprio lo spettacolo d’esordio che torna in scena dopo il successo ottenuto la scorsa estate al Cortile Platamone per l’Estate Catanese.

Lauta Tornambene

Laura Tornambene

«Un giorno qualsiasi, in una città qualsiasi, in un luogo qualsiasi, un messaggero inviato dall'Altrove annuncia a una giovane umanità che è giunto il momento dell'Apocalisse. Ma quattro ragazze difficili, chiuse in un istituto e un giovane demone in odore di precariato decideranno del destino dell'umanità in uno spettacolo musicale dove si intrecceranno storie intime e canzoni note, per convincere il Creatore, grazie alla gioiosa forza dell’arte, a rinviare la fine dei tempi e concedere all’umanità un’altra occasione».
Lo spettacolo nasce da una drammaturgia collettiva stimolata dalla stessa Tornambene. «Il musical – spiega – è frutto di un lavoro collettivo che ho condotto con i ragazzi dell’Academy. Ho chiesto loro cosa avrebbero chiesto a Dio se fosse imminente la fine del mondo. Ne sono venuti fuori testi davvero interessanti che ho poi scardinato e reincorporato in un’unica opera di teatro e musica».

L’idea alla base del musical è quella di un Dio quale artista disilluso, dal talento immenso che ha creato la Terra come gesto artistico, che si è stupito per primo dell’imperfezione della sua creatura. «Ci siamo chiesti – spiega la regista - cosa accadrebbe se questo genio, sentimentale e impenitente, non riuscisse comunque a disfarsi della terra e si sentisse persino in colpa perché ha concesso il libero arbitrio senza fornire le istruzioni su come usarlo. Ci siamo chiesti, insomma, cosa accadrebbe se Dio non fosse un padre onnipotente ma un orfano smarrito come le creature che ha fatto a sua immagine e somiglianza, e chi potrebbe quindi salvare il pianeta dalla distruzione. Ecco sei pronto per la fine del mondo? Lo spettacolo nasce da questa domanda e dal confronto costante con i giovani attori in scena: Martina Alba, Carolina Celi, Riccardo Celi, Siria Rindone, Liliana Samperi e Valentina Contarino».

Il musical, con la supervisione di Laura Tornambene (recitazione), Angela Dispinzieri (canto), Santina Puliafito (danza), è prodotto da Note International Academy /Meridies. La voce di Dio è di Antonio Ignoto. La rassegna L’Anno della R.A.N.A. - con la direzione artistica condivisa tra Laura Tornambene per la parte teatrale e la maestra Carmen Fontanarosa per la parte musicale - continuerà il 2 gennaio con il Concerto di Capodanno all’Italiana dell’Italian Ensemble, a cui si unirà il pianista Luca Cubisino, che offrirà agli spettatori una rielaborazione in chiave classica e popolare del vasto repertorio musicale italiano, da Paganini a Modugno passando per Battisti e Morricone.

Il 15 febbraio andrà in scena Leonardo, profilo di un genio, con la partecipazione degli attori Giovanni Arezzo, Massimo Leggio (che firma anche la regia) e della stessa Tornambene. Attraverso dialoghi, racconti, suoni e immagini verrà rievocata la vita del grande maestro toscano.
Due le opere inedite in cartellone: il 22 marzo La Lingua degli Angeli - sogno teatrale su Vincenzo Bellini, indagine sulla morte del Cigno e il 31 maggio ¡Viva Shakespeare! - come un bardo morto mi salvò la vita, dove attraverso le vicende di un’aspirante attrice sarà reso omaggio a uno dei più grandi autori che siano mai esistiti.

mariaenzagiannetto@gmail.com

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0