I love tattoo

L’Elfo: «Il mio corpo alla stessa stregua dei fogli che riempio»

Il rapper catanese Luca Trischitta, in arte L'Elfo, che ha aperto la sua hit "Sangue catanese" (più di 1 milione di visualizzazioni su YouTube) con i versi "Sulla mia pelle colori", porta addosso 18 tatuaggi che segnano la mappa della sua vita, a partire da quel primo "1990" (il suo anno di nascita)

Luca Trischitta in arte L'Elfo si emoziona quando vede le parole delle sue canzoni indelebili sulla pelle dei fan: «Il tatuaggio è un’arte. Ho reso il mio corpo alla stessa stregua di tutti quei fogli di carta che riempio da una vita di sensazioni, ricordi, esperienze e culture»

L'Elfo

Il rapper catanese L'Elfo

“Sulla mia pelle colori” è il “vagito” con cui il rapper catanese Luca Trischitta in arte L’Elfo, sulla scena da circa un decennio, ha ottenuto più di 1 milione di visualizzazioni su YouTube con l’uscita di "Sangue catanese" il 26 gennaio 2017, data del compleanno dell’artista. E a quanto pare sono proprio i colori, quelli tatuati sulla sua pelle, a raccontare di lui più di quanto già non facciano i suoi testi. D’altronde è risaputo che il binomio musica-tattoo si tramuta in un’equazione algebrica perfetta, in cui il musicista, dal canto proprio, è più incline rispetto ad altri a rendere il proprio corpo alla stregua di una cartina geografica, ma non solo. Spesso i fan, oggi chiamati follower, si ispirano al testo della canzone che preferiscono, decidendo sempre più spesso di tatuarsi la frase che più rappresenta il proprio monito di vita.

Ma qual è la prospettiva di chi, come L’Elfo, è cresciuto a tatuaggi e musica?
«Il tatuaggio è un’arte - dice Trischitta - Ho reso il mio corpo alla stessa stregua di tutti quei fogli di carta che riempio da una vita di sensazioni, ricordi, esperienze e culture».

Quanti tatuaggi hai?
«Diciotto. Prima di rispondere mi sono dovuto controllare, ormai non li conto più».

A quanti anni hai fatto il primo?
«Se ricordo bene, quando avevo 24 anni. Non ho iniziato troppo presto perché volevo acquisire maggiore sicurezza nelle mie scelte, così da non pentirmene. Cosa raffigura? Un anno importante, of course. Mi sono fatto tatuare il "1990", proprio quando tutto ha avuto inizio: l’anno in cui sono nato».

Ricordi ancora l’emozione di quel momento?
«Come dimenticarla! Ne ricordo anche il dolore: mi ha recato del piacere. In quel momento si sta rendendo la pelle come fosse una mappa della propria vita, fatta di ricordi ed esperienze… Devo ammetterlo, c’è del masochismo in ogni tatuaggio».

Ciascuno dei tuoi tattoo ha un significato particolare o molti sono puramente estetici?
«A ogni mio tatuaggio è legato un ricordo. Li amo tutti, indistintamente. Dal più grezzo al più raffinato».

Pensi che un giorno potresti pentirtene?
«Non credo. Ho una visione particolare della vita. Il corpo è mio ed è di passaggio: è soltanto un involucro contente l’anima, quindi non mi importa se ciò che ci ho voluto incidere rimanga per sempre. Consiglio comunque a tutti coloro che vogliono tatuarsi di pensarci bene prima di farlo e di non toccare assolutamente mani e viso se non si ha la sicurezza di lavorare lo stesso».

L'Elfo

La festa dei tatuaggi de L'Elfo

Sulla tua pagina facebook è caricato un tattoo raffigurante la frase di una tua canzone: “La strada mi ha dato tanto in cambio di cuore e cervello”. Hai “inciso” anche sul tuo corpo?
«La foto è di un fan, la frase è mia. Ho iniziato a fare le prime rime a 17 anni circa, quindi molto prima di tatuarmi. Sicuramente non avrei mai immagino di vedere una mia frase sulla pelle di qualcun altro. È una bella sensazione. Ciò vuol dire che le mie parole sono importanti e significative, non solo per me ma anche per chi mi segue».

Tu, invece, hai tatuata qualche tua frase?
«Al momento no, poi chissà…»

Binomio rap-tattoo: ce lo commenti?
«La passione per il rap è nata in modo naturale, è stata subito una fissazione. Come ho già detto, facevo il rap anche prima di convertirmi ai tatuaggi. Sebbene mi piacciono, non fanno di me il rapper che sono. Non è qualche tatuaggio a renderti speciale e artista. Quello è il talento».

pierangelacannone88@gmail.com

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0