Lo chef

Il palermitano Enzo Oliveri giudice alle Olimpiadi dei giovani chef

La competizione in corso in India Nuova Delhi, Bangalore, Pune e Calcutta. Lo chef siciliano, da 20 anni a Londra, partecipa con la delegazione per il Regno Unito della Federazione Italiana Cuochi

L’anno scorso Oliveri ha preso parte alla gara in qualità di mentore del giovane chef Luigi Amaduzzi. Oliveri: «Le nuove generazioni devono approfondire la conoscenza del cibo di qualità. Il nostro intento è dimostrare che adottare la Dieta Mediterranea è il modo migliore per garantire piena salute»

Luigi Amaduzzi e Enzo Oliveri

Lo chef palermitano Enzo Oliveri, a destra, lo scorso anno durante le Olpimpiadi dei giovani chef. Con lui il giovane cuoco Luigi Amaduzzi

Enzo Oliveri, chef palermitano a Londra, considerato un grande esperto di cucina sia nel Regno Unito che in Italia, è stato nominato giudice alle “Olimpiadi dei Giovani Chef” (“Young Chef Olympiad 2018”) in India. L’iniziativa, al via dal 28 gennaio, si svolge fino al prossimo 2 febbraio nelle città indiane di Nuova Delhi, Bangalore, Pune e Calcutta. La gara, che coinvolge più di 50 Paesi e le migliori scuole di cucina del mondo, è organizzata dall’Istituto Internazionale di Gestione Alberghiera (International Institute of Hotel Management) in partnership con l’International Hospitality Council.

La delegazione per il Regno Unito della FIC (Federazione Italiana Cuochi), della quale Enzo Oliveri è il presidente, ha selezionato l’Istituto Alberghiero “I.S.I.S. Bonaldo Stringher” di Udine per competere alle Olimpiadi: lo studente Luca Rinaldi, 17 anni, partecipa insieme al proprio insegnante e mentore Gianni Nocent. L’anno scorso Enzo Oliveri ha preso parte alla gara in qualità di mentore del giovane chef Luigi Amaduzzi.

«Le nuove generazioni - dice Enzo Oliveri - devono approfondire la conoscenza del cibo di qualità. Il tema della nutrizione è di fondamentale importanza per vincere le sfide a livello internazionale: il nostro intento è dimostrare che adottare la Dieta Mediterranea è il modo migliore per garantire piena salute. Le Olimpiadi sono una preziosa opportunità per i giovani chef di imparare, sviluppare contatti nel settore e condividere le proprie conoscenze e le proprie capacità, specie in una prospettiva globale. Non vedo l’ora di ripetere l’esperienza».

Tra gli altri giudici delle Olimpiadi, anche il famoso chef Sanjeev Kapoor e il professore britannico David Foskett, esperto di formazione e scrittore. La partecipazione dello chef Oliveri è supportata dal proprio ristorante londinese TastingSicily Enzo’s Kitchen, dalla compagnia di bandiera Alitalia e dalla Federazione Italiana Cuochi che ha seguito la scuola alberghiera selezionata durante le fasi di preparazione alle Olimpiadi. Oliveri, che promuove un progetto dedicato alla “Medicina Culinaria” sul mangiar sano, è anche lo chef ufficiale della Nazionale di Ciclismo che, recentemente, ha vinto 7 medaglie ai Mondiali di Bergen.

Palermitano, Enzo Oliveri vive e lavora a Londra da vent’anni. Si occupa soprattutto di formazione. E’ lo chef ufficiale della Nazionale italiana di Ciclismo e il mese scorso era presente a Bergen, in Norvegia, per il Mondiale su strada. Oliveri è “patron chef” al Bromley College of Hospitality e insegna saltuariamente alla West London University. E’ noto per i suoi programmi di cucina in TV: ha lavorato nel Regno Unito con Michael Roux e in Sicilia con Aldo Zilli, Gordon Ramsay e Paul Hollywood.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0