Alternanza scuola-lavoro

Le migliori start up degli studenti si misurano per "Impresa in azione"

Il 9 maggio, al Palazzo dei Minoriti di catania, la semi-finale siciliana del programma di educazione imprenditoriale nella scuola superiore, riconosciuto dal Miur e inserito tra le esperienze di alternanza scuola-lavoro

Il progetto, ideato da Junior Achievement e approdato in Sicilia grazie ad Antonio Perdichizzi CEO di Tree Srl e presidente dell'associazione StartupCT, mette a confronto studenti di età compresa tra i 16 e i 19 anni, degli ultimi 3 anni delle scuole superiori di tutta Italia, che presenteranno la loro idea imprenditoriale ad una giuria di esperti composta da professionisti, docenti ed imprenditori

Impresa in azione 2017

L'edizione 2017 di Impresa in azione

Ritorna a Catania Impresa in azione, la più grande manifestazione regionale dedicata al mondo delle scuole. Un programma di educazione imprenditoriale nella scuola superiore che, riconosciuto dal Miur e inserito tra le esperienze di alternanza scuola-lavoro, da 15 anni, gira l’Italia per individuare e premiare la creatività e lo spirito imprenditoriale degli studenti degli istituti superiori. 

Il progetto, ideato da Junior Achievement e approdato in Sicilia grazie ad Antonio Perdichizzi CEO di Tree Srl e presidente dell'associazione StartupCT, nell’anno scolastico 2016/2017, ha coinvolto circa 800 classi in tutta Italia e, grazie a questa esperienza, sono state sviluppate circa 750 nuove idee imprenditoriali, alcune delle quali sono già state brevettate o registrate come imprese reali. Numeri importanti che sono pronti a crescere nell'edizione 2018. Alla semi-finale siciliana che si terrà mercoledì 9 maggio, dalle ore 9 alle 18, al Palazzo Minoriti di Catania, saranno presenti 65 team per un totale di 1300 partecipanti provenienti da tutta la Sicilia. 

I protagonisti della competizione sono giovani studenti di età compresa tra i 16 e i 19 anni, degli ultimi 3 anni delle scuole superiori di tutta Italia, che presenteranno la loro idea imprenditoriale ad una giuria di esperti composta da professionisti, docenti ed imprenditori. Il progetto lo hanno sviluppato a scuola durante tutto l’anno scolastico, grazie al supporto del docente coordinatore e di alcuni manager d’azienda che volontariamente hanno deciso di donare alcune delle loro ore lavorative affiancando gli studenti. Le classi partecipanti hanno, infatti, costituito delle mini-imprese a scopo formativo e ne hanno curato la gestione, dal concept di un’idea al suo lancio sul mercato. 

«Questo processo, ricco di contenuti e strumenti consolidati, nasce dall'esigenza di offrire un’esperienza professionalizzante a stretto contatto con le aziende e il mondo esterno - spiega Perdichizzi - Non vuole promuovere necessariamente la scelta imprenditoriale ma, attraverso un articolato processo formativo, consente di sperimentare e rafforzare la competenza 'imprenditoriale', ovvero quel mix di abilità trasversali come il teamworking, l’assunzione di responsabilità, lo spirito d’iniziativa, la perseveranza, la creatività, l’intraprendenza, la negoziazione, il coraggio e la fiducia in se stessi. Un percorso importante nella crescita dei giovani che ha prodotto ottimi risultati e che ci rende orgogliosi di poter offrire questa opportunità, per il quinto anno consecutivo, agli studenti siciliani». 

Il programma è stato riconosciuto anche dalla Commissione Europea come “la più efficace strategia educativa di lungo periodo per la crescita e l’occupabilità dei giovani” perchè, attraverso una metodologia didattica basata sul learning by doing e un curriculum ricco di iniziative e contenuti, offre agli studenti gli strumenti giusti per trasformare una semplice idea in una vera e propria impresa. Ecco che saranno numerosi gli studenti chiamati a indossare le vesti da imprenditori con l'augurio che le competenze acquisite con questa esperienza, rappresenti una valida opportunità per il loro futuro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0