Fumetto mania

Tex Willer, una passione transgenerazionale

Non c’è età per amare l’eroe nato nel 1948 dalla matita di Gian Luigi Bonelli che continua a far sognare i suoi fan siciliani che si sono ritrovati all’ex Convento di Santa Chiara di Catania per la mostra "Tex Willer, 70 anni sotto il vulcano" organizzata dall'Associazione Leaf

Un evergreen come Tex Willer diventa lo spunto di confronto tra generazioni. Nell'era multimediale fatta di iPhone, cellulari e tablet quanto è importante fermarsi un momento per sfogliare un fumetto e lasciarsi andare con la fantasia?

Tex Willer, 70 anni sotto il Vulcano

"Tex Willer, 70 anni sotto il Vulcano", la mostra di Catania, foto di Davide Anastasi

Settant’anni e non dimostrarli perché quando c’è la passione l’età conta poco. E così un evergreen come Tex Willer diventa lo spunto di confronto tra generazioni. Nell'era multimediale fatta di iPhone, cellulari e tablet quanto è importante fermarsi un momento per sfogliare un fumetto e lasciarsi andare con la fantasia?

Tex Willer, 70 anni sotto il Vulcano

La mostra "Tex Willer, 70 anni sotto il Vulcano" all'ex Convento di Santa Chiara a Catania

«Secondo me il cartaceo non morirà mai - sottolinea Riccardo Celi, diciannovenne neo diplomato al liceo artistico di Catania - come amava ripetere sempre il papà della Marvel Stan Lee, sfogliare un fumetto ti dà delle emozioni che non si possono spiegare a parole. L'età non conta - prosegue il ragazzo -, e lo dimostra il fatto che alla mostra di Tex sono stato io quasi a costringere mio padre ad accompagnarmi, e non viceversa: vi sembra poco?». Accanto a lui il papà Gregorio ascolta ed annuisce: «In effetti io sono più appassionato di fantascienza ed il mio fumetto preferito resta Flash Gordon. In questo caso ho seguito la linea tracciata da mio padre che ha saputo trasmettermi l’amore verso gli universi lontani ed inesplorati».

Mostyra Tex Willer Riccardo Celi con il padre Gregorio

Riccardo Celi con il padre Gregorio

Che siano ambientati su Marte o nel selvaggio west, che riguardino persone comuni oppure uomini e donne dai poteri soprannaturali il fumetto è un momento di svago e un modo per fantasticare. A Catania durante la mostra Tex Willer, 70 anni sotto il vulcano, organizzata dall’Associazione culturale Leaf all’ex Convento di Santa Chiara (fino al 9 marzo), giovani e meno giovani ammirano immagini, icone e simboli del fumetto più venduto in Italia e di quello western più venduto nel mondo. «Parliamo di un personaggio che dopo oltre mezzo secolo - sottolinea Pasquale Ruju, sceneggiatore di Tex e della Bonelli - appassiona ventenni e sessantenni allo stesso livello. Un ranger che resta un punto di riferimento per intere generazioni perchè rimane sempre fedele a se stesso, e questa cosa piace».

Tex Willer, 70 anni sotto il vulcano

Fumetti di Tex in mostra a Catania

Un amore per il “cartaceo” che conta migliaia di appassionati anche tra le donne. «Il fumetto è uno dei principali simboli della Pop Art che va oltre il mondo multimediale e immediato di oggi - dice Raffaella Maugeri, laureata in Scienze della Comunicazione -. Molti fumetti letti dai nostri genitori ritornano adesso di grande attualità perchè parlano e si svolgono in contesti quasi completamente sconosciuti ai Millennials. Un esempio su tutti è proprio Tex che combatte i cattivi tra le gole del Colorado nell’800».

Mostra Tex Willer catania, Raffaella Maugeri

Raffaella Maugeri

Il ranger senza macchia né paura che combatte le ingiustizie con equilibrio, mantenendosi sempre al limite della legalità, insegnando una giustizia meritevole che va oltre i pregiudizi di razza e colore ma che punta alla bontà dell’uomo, in aiuto sempre dei più deboli, continua a mietere consensi. Anche tra i catanesi, a partire dagli organizzatori Davide Di Bernardo e Agnese Maugeri dell’Associazione Leaf: «Il fumetto è una parte essenziale della nostra vita di coppia - dicono i due - molto spesso leggiamo la stessa striscia l’uno accanto all’altra invece di guardare la televisione. Da anni collezioniamo fumetti e, oltre a quelli americani, per noi gli italiani hanno una marcia in più perchè ci mostrano il mondo dei nostri genitori tra gli anni ‘50 e ‘70».

Mostra Tex Willer Catania Agnese Maugeri e Davide Dibennardo

Agnese Maugeri e Davide Di Bernardo, ideatorie e organizzatori della mostra "Tex Willer, 70 anni sotto il Vulcano"

Un'avventura, quella di Tex, che va a braccetto con la storia e l’arte popolare. «Secondo me il messaggio del fumetto, e nello specifico Tex - dice il curatore della mostra, Matteo Belfiore - sta nella sua immediatezza e passione. Ci permette di immedesimarci nella storia e di condividere con i nostri eroi la voglia di giustizia rispettando le regole».

damianoscala26@yahoo.it

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0