Dopo la Milano Fashion Week

La moda del prossimo inverno, il vestito sopra ogni cosa

E’ cambiato l’approccio alle collezioni. Le recenti passerelle milanesi che hanno lanciato le tendenze autunno-inverno 2018-2019 hanno sancito la vittoria delle presentazioni sulle sfilate facendo prevalere, quindi, l’impatto dei contenuti su quello puramente coreografico

La fashion week meneghina, su cui si è chiuso il sipario per passare il testimone alla Paris Fashion Week, è stata caratterizzata (anche) da un calendario ricco di presentazioni: «La fruibilità delle presentazioni è importante ed è per questo che molti brand optano per esse – spiega Mario Boselli, presidente onorario della Camera Nazionale della Moda Italiana –. Rispetto alla sfilata cambia la modalità di approccio alla collezione, si ha più tempo a disposizione (le presentazioni durano in media 4 ore, le sfilate 8 minuti circa), le collezioni si vedono da vicino, si toccano i tessuti e si interloquisce con i protagonisti del brand»

Scervino FW 2018-2019

Il pizzo è nel dna di Ermanno Scervino all'ultimo Milano Moda Donna

«Quella appena conclusa è l’edizione in assoluto con maggiore numero di presentazioni uomo-donna assieme» afferma il Cavaliere Mario Boselli, presidente onorario della Camera Nazionale della Moda Italiana che proprio quest’anno celebra il 60° anniversario dalla costituzione. In effetti la fashion week meneghina, su cui si è chiuso il sipario per passare il testimone alla Paris Fashion Week, è stata caratterizzata (anche) da un calendario ricco di presentazioni: «La fruibilità delle presentazioni è importante ed è per questo che molti brand optano per esse – spiega Boselli –. Rispetto alla sfilata cambia la modalità di approccio alla collezione, si ha più tempo a disposizione (le presentazioni durano in media 4 ore, le sfilate 8 minuti circa), le collezioni si vedono da vicino, si toccano i tessuti e si interloquisce con i protagonisti del brand. Le presentazioni puntano sull’impatto dei contenuti più che su quello coreografico e poi costano meno rispetto alle sfilate».
Logisticamente corretta la scelta di Camera Moda e del suo presidente Carlo Capasa di assegnare una nuova location al Fashion Hub Market, ospitato in questa edizione nello Spazio delle Cavallerizze Olona, area poco distante dal city downtown dedicata al fuori salone.

Un anno di anniversari il 2018: oltre al 60° della Camera Nazionale della Moda Italiana ricorre anche il 25° della maison prêt-à-porter femminile Made in Italy Anteprima, fondata dalla stilista giapponese Izumi Ogino, che per la sua collezione fall winter 2018/19 - presentata per la prima volta nell’incantevole Palazzo Serbelloni al piano napoleonico - propone tinte unite che spaziano dal verde al nero con un tocco di turchese e avorio. Blu royal e grigio per i capi spalla. Gonne lunghe alla caviglia, pull oversize, tagli geometrici associati a plissè ne esaltano la sensualità e l’orgoglio Made in Italy.

Anteprima FW 2018-2019

Tinte unite che spaziano dal verde al nero per Anteprima di Izumi Ogino

Piccione Piccione

Rosso dominante per Piccione e Piccione

Rosso (ben augurante) è il colore dominante della collezione proposta da Salvatore Piccione per Piccione Piccione, lo stilista ibleo supportato da CNMI che conquista sempre più consensi dalla stampa e dai buyer italiani ed esteri: «Il rosso è uno di miei colori preferiti, primo colore della seduzione e della sensualità, perciò volevo rappresentarlo in questa collezione che trae ispirazione da Kandinskij e dal mio desiderio di rendere omaggio alla Piazza Rossa di Mosca». Tessuti elaborati con texture ricche realizzate e con ricami a filo che al posto della fodera hanno uno strato di paillettes.

Tra le sfilate più attese resta quella di Ermanno Scervino, che spiega: «Lo stile della FW 2018-19 sdrammatizza con il color cammello, il classico, il tessuto maschile, il tutto molto in armonia. Il pizzo poi fa parte del mio dna». Il codice rigoroso del power dressing si mescola alle icone e ai simboli della controcultura underground.

La sfilata Max Mara Autunno Inverno 2018 dà libera espressione alla donna in carriera di oggi che esige il successo alle sue condizioni e si veste di conseguenza. Materiali lussuosi e tecnici al tempo stesso per Sport Max, toni neutri del guardaroba maschile si mixano al verde, al rosso, al giallo e al blu sport. Un appuntamento speciale il gruppo Max Mara lo ha riservato alla linea Weekend con il Trophy day.

Max Mara FW 2018-2019

Max Mara

Spigati, micro check e macro pied-de-poule multicolor sono le fantasie che Herno ci riserva per il prossimo autunno-inverno. Una palette di colori che spazia dai toni neutri del panna fino ai grigi piombo. Lane – mohair, cachemire, lana vergine, morbidi velour – in versione liscia e abbinata ad un filo metallico.

Herno FW 2018-2019

Calore e colore per Herno

Un solo aggettivo per descrivere la collezione dello stilista pugliese Mario Dice: emozionante! Ogni creazione è stata pensata per accompagnare la donna nella trasformazione da ragazza innocente a creatura sensuale fino alla sua rinascita nella versione più pura, più bella e più pericolosa. Bianco, nero, blu, verde, rosso e tocchi oro. Cotone, duchesse, cachemire, pizzo e tulle. «L’obiettivo di una donna dev’essere quello di emozionare attraverso l’abito che indossa e di conseguenza il mio obiettivo è quello di emozionare la donna che mi sceglie» afferma lo stilista Dice che ancora una volta affida la cura delle acconciature all’hair stylist modicano Toni Pellegrino: «Un grande onore affiancare Mario Dice. Per la sua collezione abbiamo voluto abbinare capelli e couture, sofisticati chignon circondati da onde sui capelli a effetto bagnato».

mario Dice FW 2018-2019

Da ragazza innocente a creatura sensuale: Mario Dice

Un vero e proprio omaggio allo stile iconico dell'attrice e cantante britannica Marianne Faithfull sulla passerella di Luisa Beccaria, la stilista che vive anche la Sicilia. Abiti dal tocco romantico e sognante contraddistinguono l’iconico stile.
Look lineari ravvivati da dettagli divertenti.

Lunghi abiti salopette con bretelle punteggiate da cristalli Swarovski, un mood spensierato e pieno di joie de vivre è quello proposto da Sara Cavazza Facchini per Genny.

Genny FW 2018-2019

Mood spensierato per la collezione di Genny

Nell’edizione degli anniversari Etro festeggia i suoi primi 50 anni di storia. Veronica Etro firma una collezione caratterizzata da abiti eleganti con stampa collage, cappotti a più righe, completi con frange a strisce e scacchiera decisamente folkloristici e di grande impatto.

Etro FW 2018-2019

Stampa collage per Etro

Grande successo per Cividini combinazioni casuali nella collezione autunnale, che utilizza strati e volumi per creare sagome riccamente strutturate. Tra le novità della settimana della moda meneghina le fashion tee - come ama definirle la sua ideatrice - firmate Fabiana Giacomotti, giornalista e autore del libro “La moda è un mestiere da duri” (edito da Rizzoli).

Frank di OXS è lo scarponcino più innovativo e stravagante del prossimo autunno inverno che grazie al sistema thermosensitive cambia colore con il mutare della temperatura: melanzana per le temperature rigide, rosa fragola per il clima più mite.

agatapatriziasaccone@gmail.com

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0