Eventi

Carnevale, in Sicilia ogni festa vale

Da giovedì 8 a martedì 13 febbraio su tutta l'Isola sarà un tripudio di sfilate di carri di cartapesta e di cortei in maschera. E molti comuni dell’Isola hanno ripreso antiche tradizioni, sempre a metà tra pantomina e allegoria

Oggi che quasi ogni centro siciliano festeggia il suo Carnevale con gruppi mascherati o carri allegorici, ma con prevalente funzione ricreativo-turistica, occorre chiedersi come si sia diffusa tale tradizione, a partire dai più noti centri termali dagli inizi del ’900, costituendo una forma di turismo elitario. Riscoprendo tradizioni come il Mastro di campo a Mezzojuso (Palermo), o la sfilata dell’Orso a Saponara (Messina), si ripercorre l'origine della “pantomina” popolare, mentre le “allegorie” della sfilata dei carri vogliono attualizzare un modo popolare di fare satira locale

Il Mastro di campo per il Carnevale di Mezzojuso

Il Mastro di campo per il Carnevale di Mezzojuso

Se ne è parlato l’altro ieri al Museo delle Marionette di Palermo, durante il dibattito Il Carnevale in Sicilia tra pantomima e allegoria, organizzato dall’Associazione BCsicilia. Oggi che quasi ogni centro dell’Isola festeggia il suo carnevale con gruppi mascherati o carri allegorici, ma con prevalente funzione ricreativo-turistica, occorre chiedersi come si sia diffusa tale tradizione, a partire dai più noti centri termali dagli inizi del ’900, costituendo una forma di turismo elitario. Riscoprendo tradizioni come il Mastro di campo a Mezzojuso (Palermo), o la sfilata dell’Orso a Saponara (Messina), si ripercorre l'origine della “pantomina” popolare, segnalata anche dallo studioso del folclore siciliano Giuseppe Pitrè, ma caduta in disuso. Mentre le “allegorie” della sfilata dei carri vogliono attualizzare un modo popolare di fare satira locale, insieme all'impegno degli artigiani che per oltre un mese, attraverso i loro piccoli cantieri, divengono centro di attrazione e curiosità per la comunità.

Parecchie le città che in Sicilia vantano noti e famosi carnevali. Il più importante certamente quello di Acireale, il cui anno zero risale addirittura al 1594. L'8 febbraio sfileranno i gruppi mascherati, il 9 spazio al tradizionale concorso dei bambini in maschera; sabato 10 e domenica 11 carri di nuovo per le vie della città (nel nuovo circuito chiuso ma a ingresso libero) e lunedì 12 febbraio spazio alle “macchine infiorate”, un tempo protagoniste. Martedì 13, da mezzogiorno in poi, la parata finale e l’ultima sfilata prima delle premiazioni e del rogo di Re Burlone che darà l’appuntamento al prossimo anno. Per la musica, l'8 febbraio alle 18 live dei Parimpampum con le sigle dei cartoon, alle 21 Mania 90 Festival con i dj’s Roby Rossini, Vivian B from Blitz, DaniJay, Daniele Tignino drop Ti.pi.cal. Domenica 11 musica latina con i Cubanitos, martedì 13 si ride con i Soldi Spicci e Roberto Lipari.

A Misterbianco, sempre nel Catanese, sono sei i gruppi che si sfidano per i costumi più belli ma non mancheranno le manifestazioni collaterali per i bambini e le scuole in programma il Giovedì grasso oltre a quelle sportive e culturali. Previsti appuntamenti gastronomici e culturali che coinvolgono il pubblico come l’annullo filatelico in programma domenica 11 ed i cittadini potranno visitare domenica mattina i Musei del Carnevale, della Civiltà Contadina, il museo d’arte sacra oltre agli scavi archeologici di Campanarazzu. Prevista la diretta televisiva condotta per domenica 11 febbraio su Telecolor con Diego Caltabiano e martedì 13 su Video Regione con Ruggero Sardo.

A Palazzolo Acreide (Siracusa), si balla in piazza e nei locali notturni, durante le sagre di salsiccia, trote e cavatieddi e nelle grandi sfilate di carri allegorici e di gruppi mascherati, la domenica ed il martedì prima delle Ceneri. Ci sarà spazio anche per la musica: il 9 febbraio suoneranno i Qbeta, domenica 11 si balla con dj Albertino, lunedì 12 live dei Sikula Retrò, martedì 13 grande chiusura con i Sud Sound System.

E’ uno dei principali in Sicilia il Carnevale di Termini Imerese (Palermo), dove oltre ai balli vari si può assistere al rogo dei due fantocci del nannu e della nanna, che concludono simbolicamente la festa. A Mezzojuso, sempre nel Palermitano, durante il carnevale possiamo assistere ad una manifestazione, le cui origini risalgono al XVII secolo, che si svolge nella pubblica piazza, Il Mastro di Campo, interpretata da circa 90 personaggi che indossano costumi che si rifanno al sec. XV e che racconta la storia d’amore fra il Mastro di Campo e la Regina.

Tra i più noti di tutta la Sicilia, il Carnevale di Sciacca (Agrigento). Di origini antiche, risalenti al 1800, oggi per la realizzazione dei carri e delle maschere allegoriche, la cui sfilata inizia il sabato e finisce il martedì grasso, sono coinvolti artigiani, scultori ed architetti incentrato sulla figura di Peppe Nappa.

Carnevale di sciacca Peppe Nappa

Peppe Nappa, simbolo del Carnevale di Sciacca

Durante il Carnevale di Belpasso (Catania), la consueta sfilata dei carri è preceduta dal recital dei poeti dialettali locali e a Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa, il lunedì sera si effettua la sagra della salsiccia. A Saponara (Messina), nel corso della sfilata di gruppi mascherati, possiamo ammirare la tipica figura dell'Orso, realizzata utilizzando pelli di capra.

carnevale di Saponara, la sfilata dell'orso

La sfilata dell'Orso a Saponara

A Corleone (Palermo), oltre al consueto corteo dei carri allegorici, il Martedì Grasso si svolge il rogo del fantoccio Nannu, agghindato con una collana di salsiccia e portato a spalle dal simbolo del Carnevale la maschera del Riavulicchio, che simboleggia la rinascita di questa festa, non celebrata per oltre trenta anni e rinata negli anni 90. Durante il trofeo dei quartieri, viene premiato il carro o il gruppo mascherato più bello. A Novara di Sicilia (Messina) si svolge Il Gioco del Maiorchino, durante il quale delle squadre lanciano lungo un percorso, a maiurchèa, tipico formaggio pecorino stagionato.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0