L'evento

Festa dei fiori, ad Acireale il Carnevale di primavera

Dal 27 al 29 aprile la città ionica ospita la seconda edizione della kermesse floreale organizzata dalla Fondazione del Carnevale: sette gigantesche opere infiorate invaderanno il centro storico. In calendario mercati, musica ed eventi

Dal 27 al 29 aprile, sette gigantesche opere infiorate si schiuderanno per il centro storico della città in un affascinante spettacolo di movimenti e luci, ispirato quest’anno al tema “Delle civiltà e popoli del Mediterraneo”. Lungo il circuito si esibiranno bande musicali e i gruppi delle scuole in maschera ispirati a storie e personaggi di opere e balletti teatrali

Festa dei fiori di Acireale

Uno dei carri fiorati della edizione 2017 della Festa dei fiori di Acireale

Dai colori della cartapesta al profumo dei garofani: i carri allegorici di Acireale, dopo un Carnevale 2018 da record, tornano nuovamente in pista per la bella stagione. È la “Festa dei Fiori”, che con la sua terza edizione – dal 27 al 29 aprile – cresce in bellezza e in importanza, anche tra gli eventi nazionali dedicati all’universo floreale, dove si distingue per unicità. Un originale “Carnevale a primavera”, dove sette gigantesche opere infiorate si schiuderanno per il centro storico della città in un affascinante spettacolo di movimenti e luci, ispirato quest’anno al tema “Delle civiltà e popoli del Mediterraneo”.

«Ripartiamo da un dato: i 300mila visitatori che hanno partecipato al Carnevale dello scorso febbraio – dichiara Antonio Belcuore, che presiede la macchina organizzativa della Fondazione del Carnevale di Acireale –. Una conferma dell’apprezzamento e del consenso popolare per una delle più grandi manifestazioni siciliane di tutti i tempi. La Festa dei Fiori ne è un’appendice ma allo stesso tempo si afferma come manifestazione autonoma, perché il vero valore del nostro territorio è il lavoro delle maestranze. L’arte dei carri, che siano di cartapesta o ricoperti di garofano, è un bene immateriale da destagionalizzare».

Festa dei fiori di Acireale

Un altro carro infiorato dell'edizione 2017 della Festa dei fiori

Una scommessa culturale supportata dalla Regione Siciliana e dall’Amministrazione comunale di Acireale che tre anni fa fece la scelta vincente di una nuova offerta turistica a sé stante: «La Festa dei Fiori è un invito rivolto a tutti i turisti ma anche ai cittadini, perché le iniziative prevedono proprio un coinvolgimento attivo della comunità acese – ha affermato il commissario straordinario del Comune Salvatore Scalia. – La manifestazione riesce se la città è resa ancora più gradevole dai suoi stessi abitanti, chiamati a vestire di fiori i palazzi barocchi e gli spazi esterni della “città dei cento campanili”».

Festa dei fiori di Acireale

I grandi carri infiorati della Festa dei fiori di Acireale

È lunga più di un secolo la tradizione di Acireale delle auto e dei carri infiorati, eppure, la Festa dei Fiori regala nuove emozioni ed energie, soprattutto quelle delle associazioni che a diverso titolo contribuiranno agli eventi. I carri infiorati sfileranno nel pomeriggio di tutt’e tre le giornate, come annunciato dal direttore artistico Giulio Vasta. Lungo il circuito si esibiranno bande musicali e i gruppi delle scuole in maschera ispirati a storie e personaggi di opere e balletti teatrali.

Si comincia venerdì 27 aprile, alle 17.30, con l’inaugurazione degli stand di “Fiori in Fiera” (in via Ruggero Settimo) e del “Mercato dell’Artigianato” (in Piazza Garibaldi). In Piazza Indirizzo sarà allestita invece per tutto il weekend un’area giochi per bambini con laboratori a tema floreale. Aperti al pubblico anche il Museo dei Pupi (via Alessi), la mostra fotografica e filatelica “La Festa dei Fiori. La tradizione si fa arte” e il Museo delle Uniformi Storiche (entrambi al Palazzo di Città). Inoltre, tra gli eventi concomitanti, l’esposizione dei Carri in miniatura (Corso Umberto) e la Bottega della Cartapesta (Piazza Duomo). Alle 18.30 sfileranno nel circuito tradizionale (Corso Umberto, Piazza Duomo, Corso Savoia, Via Paolo Vasta) le Scuole in Maschera, che concluderanno il proprio spettacolo con un flash mob in Piazza Duomo. Dopo le 19.30 scenderanno in pista i carri infiorati per la parata ufficiale di presentazione; ad accoglierli tra le strade anche le Maschere Isolate in cartapesta che hanno partecipato allo scorso Carnevale. Finale di serata a ritmo di jazz con la musica della HJO Orchestra, sul palco di Piazza Duomo dalle 21.30.

Si continua sabato 28 aprile: fin dalle 9.30 i carri saranno in mostra nel circuito, in attesa di sfilare a partire dalle 18, accompagnati dalla Amaseno Marching Show Band e da altre bande musicali. Nel frattempo nel centro barocco le attività commerciali orneranno i propri spazi per partecipare alle IV Concorso “Vetrine fiorite”. Dalle 16 alle 21, nell’atrio del municipio, avrà luogo l’Annullo postale dedicato proprio alla Festa dei Fiori. Gran finale alle 21 con lo spettacolo musicale della Chicky Mo Swing Band.

Programma ancora più ricco quello di domenica 29 aprile: la mattina, tra i carri infiorati in mostra (sempre dalle 9.30), prenderanno il via la Festa degli Artisti di strada e il Gran valzer del Gattopardo, curato da Sicilia Khoreia. Al Palazzo del Turismo, dalle 10 alle 13, si svolgerà il Flowers Cooking promosso da Progetto Egò che, seguendo il filo conduttore dei fiori, vedrà i professionisti dell’arte culinaria cimentarsi nella realizzazione di proposte enogastronomiche. Le note del reggae siciliano chiuderanno la kermesse: la Shakalab Family porterà, alle 21.30, nell’elegante scenario di Piazza Duomo, l’anteprima ufficiale del One Day Music in programma il 1° maggio alla Plaia di Catania. Un finale di puro divertimento che terrà viva l’atmosfera in attesa del verdetto finale sul concorso che proclamerà il carro vincitore.

Questi i sette carri infioratiLa storia si ripete!? (Associazione culturale Associazione Riolo); Un sorriso nel Mediterraneo (Associazione culturale Maschere e Fiori); Caretta Caretta… La regina del Mediterraneo (Associazione Arte e Cultura di Cavallaro Paolo Giuseppe); Il lungo viaggio (Associazione culturale I Nuovi Mastri Fiorai); Porgi le mani nel Mediterraneo (Associazione artistico-culturale Gli antichi maestri dei fiori); Grande Grecia (Associazione culturale L’Orchidea); La mitica Grecia (Associazione artistico-culturale Giada).

Shakalab

Shakalab

Il circuito delle sfilate sarà presidiato da 13 varchi di accesso, ciascuno sorvegliato dal personale di vigilanza che garantirà il controllo, il movimento e la sicurezza pubblica. Per consentire a tutti i visitatori una fruizione confortevole degli spazi della manifestazione, è consigliato consultare l’apposita mappa sul sito web www.lafestadeifiori.it, dove sono disponibili anche le info su parcheggi, punti di assistenza e servizi igienici. Immagini “live”, dirette e info di servizio: tutto a portata di social network. Basta collegarsi alle pagine ufficiali Facebook (@CarnevaleAcireale), Twitter (@Acicarnevale), Instagram (@carnevaleacireale) e You Tube (Carnevale di Acireale). Hashtag #acicarnevale e #festadeifiori.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0