L'evento

Gli aquiloni di San Vito lo Capo annunciano l’estate

Ultimo evento di primavera, sulla spiaggia del borgo turistico del Trapanese si svolge fino a domenica 27 maggio il Festival degli aquiloni giunto alla X edizione che coniuga arte ecosostenibile con un messaggio di libertà e di pace

Decine le esibizioni che si terranno sulla spiaggia e che inizieranno la mattina per protrarsi fino ai voli serali pirotecnici, quando lo spettacolo creerà giochi di luce suggestivi, attrazione per i bambini ma anche per gli adulti. La suggestione che creano gli aquiloni in volo, di tutte le forme e di tutti i colori, restituisce un’atmosfera di festa che gli organizzatori sperano non sia guastata dalle bizzarre condizioni climatiche, unico timore per la riuscita dell’evento

Festival degli aquiloni

Il Festival degli aquiloni di San Vito lo Capo

Sulla punta estrema della Sicilia occidentale, San Vito lo Capo è il paese che forse più di ogni altro nella regione, con sapienza ha saputo allargare la già lunga stagione turistica legata alla grande fortuna di godere di una delle spiagge bianche più belle d’Italia, pluripremiata, e di una posizione invidiabile, riparata dai venti grazie al Monte Monaco posto a protezione dell’ampia insenatura. Meriti delle amministrazioni comunali che hanno saputo guardare al futuro con occhio lungimirante e che continuano a proporre eventi e manifestazioni di richiamo per un turismo italiano e straniero anche lontano dall’estate. Tra questi il Festival degli Aquiloni è un appuntamento che ha sempre riscontrato grandi attenzioni. Giunto quest’anno alla X edizione, fino a domenica coniugherà l’arte ecosostenibile di far volare variopinti aquiloni di tutte le fogge con il messaggio di libertà e di pace.

San Vito Lo Capo

Una panoramica di San Vito Lo Capo

Decine le esibizioni che si terranno sulla spiaggia e che inizieranno la mattina per protrarsi fino ai voli serali pirotecnici, quando lo spettacolo creerà giochi di luce suggestivi, attrazione per i bambini ma anche per gli adulti. Il festival, come nella tradizione, sarà aperto dalla cerimonia delle bandiere a cui seguiranno la sfilata degli aquilonisti e le esibizioni musicali, prima di arrivare alla competizione vera e propria nel corso della quale maestri dell’arte si esibiscono nella disciplina che non è affatto facile come potrebbe apparire. La suggestione che creano gli aquiloni in volo, di tutte le forme e di tutti i colori, restituisce un’atmosfera di festa che gli organizzatori sperano non sia guastata dalle bizzarre condizioni climatiche, unico timore per la riuscita dell’evento.

Aquiloni costruiti con foglie, carta di riso, disegni che evocano flora e fauna, e dalle più disparate dimensioni saranno manovrati da aquilonisti provenienti da varie parti del mondo che si esibiranno per tutte le giornate del festival. Le gare di aquiloni acrobatici, che faranno una coreografia sulle note di brani musicali scelti dai partecipanti all’evento, sono sempre i momenti più attesi ed apprezzati.Il paese, che già ospita molti turisti, si animerà con i visitatori giornalieri che potranno godere di un’atmosfera diffusa di festa con gli artisti da strada che si esibiscono per le stradine e tanti spettacoli di animazione dedicati ai bambini.

Un'altra immagine del festival degli aquiloni

Un'altra immagine del Festival degli aquiloni

Il Festival degli Aquiloni apre ufficialmente la stagione che proseguirà il 15 giugno con la festa del patrono, San Vito Martire, che culmina con la rievocazione storica dello sbarco dei Santi; poi le manifestazioni proseguono con appuntamenti dedicati alla letteratura, allo sport solidale e al cinema naturalistico, oltre a quelli più di richiamo con l’enogastronomia, il primo ad agosto Baglio, Olio e Mare nella baia di Santa Margherita e, dal 21 al 30 settembre, il Cous cous Fest, momento di incontro di culture e di sapori, dieci giorni di gare tra chef provenienti da tutto il mondo. E infine, dedicato agli specialisti, chiuderà la stagione il San Vito Climbing Festival, che prevede palestre di roccia e arrampicate sulle pareti rosse rocciose che circondano il paese fino alla Cala Mancina.

Il momento elettorale del 10 giugno, quando anche San Vito sceglierà il nuovo sindaco, non sembra impensierire gli organizzatori e i promotori degli eventi, al contrario il paese si presenta più preoccupato per il progetto di una grande darsena a ridosso del porticciolo, presentato da privati e per il quale la Regione deve esprimere il suo parere. Gli abitanti lo temono, perché, dicono, stravolgerebbe il paese trasformando la sua essenza di borgo di pescatori prestati ad un turismo vivace ma discreto, con i suoi piccoli alberghetti e b&b e i suoi locali che oggi, dopo che gli sproporzionati dehors sono stati rimossi dalla via principale, mantengono intatto il suo fascino antico.

m.danna@lasicilia.it

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0