La Sicilia dei borghi

A Petralia Soprana dove la Natività è multimediale

Fino al 30 dicembre il Borgo dei borghi 2018 ospita nel settecentesco Palazzo Pottino il Presepe d’Incanto installazione video altamente tecnologica creata per far vivere sensazioni diverse, scoprire saperi e leggende del passato e del presente del borgo madonita

Il Presepe d’Incanto trasforma Petralia Soprana in un luogo di riflessione e meditazione, un luogo dove apprendere e comunicare i reali significati del Natale e i veri valori della vita attraverso il silenzio, la meditazione e la contemplazione

Petralia Soprana

Il municipio di Petralia Soprana e il dirimpettaio Palazzo Pottino che ospita il “Presepe d’Incanto"

Pietra tra le pietre, la recente vittoria alla trasmissione televisiva Il borgo dei borghi ha consacrato a livello nazionale l’unicità di un borgo come Petralia Soprana, una delle perle delle Madonie. Una montagna d’autore, si potrebbe definire questo borgo che dai suoi tre belvedere domina buona parte della Sicilia. Gli “autori” che hanno reso particolare Petralia Soprana non sono solo gli scultori della famiglia Gagini, frate Umile da Petralia o i fratelli Serpotta – ma anche gli anonimi artigiani della pietra, del ferro e del legno che hanno decorato portali di chiese e palazzi, balconi e cancelli, portoni di case.
Petralia Soprana è interamente compresa nel Parco delle Madonie, 40mila ettari di natura protetta in territorio per lo più montano (non è distante dalla stazione sciistica di Piano Battaglia) dove campi coltivati si alternano a pascoli e, solo in minima parte, alla macchia mediterranea. Ben 32 sono i borghi abitati da contadini da cui provengono latte, formaggi, carni, frutta e verdure. Le escursioni in zona comprendono la visita ai siti di Gorgo Pollicino e, più in alto, di Piano Catarineci, e ai ruderi dell’acquedotto romano, nei pressi della contrada Cerasella.

Presepe d'incanto a Petralia Soprana

Sculture e videomapping per il “Presepe d’Incanto” di Petralia Soprana

Chi apprezza l’arte può seguire l’itinerario gaginiano, alla scoperta delle opere dei Gagini nei quattro comuni di Gangi, Geraci Siculo, Petralia Soprana e Petralia Sottana. Nella Sicilia aragonese, e in particolare nelle Madonie, questi scultori palermitani hanno lasciato capolavori che è bello andare a cercare tra i vicoli e le strade di questi paesi.

Nel Borgo più bello d’Italia il Natale è tutto da vivere grazie al Presepe d’Incanto che farà scoprire la Natività attraverso una esperienza sensoriale inimitabile. Ad accogliere la particolare installazione è anche quest’anno il Palazzo Pottino sito nella centrale Piazza del Popolo. Le stanze della settecentesca struttura si animano e diventano una finestra dalla quale scrutare il mondo e la propria anima. Il presepe racconta la Natività attraverso una installazione video altamente tecnologica. Lo spettatore rimane in ascolto, come nei migliori racconti, ma nello stesso tempo è partecipe dell’evento grazie all’ambientazione video-sonora e grafica (video mapping) creata per far vivere sensazioni diverse, scoprire saperi e leggende del passato e del presente. Il Presepe d’Incanto trasforma Petralia Soprana in un luogo di riflessione e meditazione, un luogo dove apprendere e comunicare i reali significati del Natale e i veri valori della vita attraverso il silenzio, la meditazione e la contemplazione.
Il presepe d’Incanto riaprirà ininterrotamente da sabato 22 a domenica 30 dicembre, dalle ore 16.30 alle 20.30. Sono previste anche visite in orari antimeridiani. All’uscita il percorso continua nei mercatini natalizi di artigianato locale e prodotti tipici, laboratori d’arte e del gusto.

vivere@viveregiovani.it

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0