L'anniversario

L’Italia celebra il genio di Leonardo da Vinci a 500 anni dalla morte

Da Torino a Milano, da Firenze a Vinci, per tutto l’anno si celebra il più grande genio dell’umanità con una serie di mostre che scandagliano i suoi molteplici aspetti appuntamenti che spingeranno il pubblico a viaggiare in lungo e in largo per la Penisola

A Vinci, dove Leonardo nacque, un calendario di oltre 50 eventi con al centro l'esposizione del quadro Paesaggio, il primo disegno attribuito all'opera del Genio, preso in prestito dalle gallerie degli Uffizi di Firenze

Ritratto di vecchio, autoritratto di Leonardo

Ritratto di vecchio, autoritratto di Leonardo, in mostra ai Musei reali di Torino da metà aprile

E’ senza dubbio Leonardo da Vinci il simbolo del 2019, anno in cui si celebrano i 500 anni dalla sua morte, con tanti appuntamenti dedicati al suo genio indiscusso che spingeranno il pubblico a viaggiare in lungo e in largo per l’Italia.

TORINO - Leonardo da Vinci. Tesori nascosti è il titolo della grande mostra in programma dal 9 febbraio al 12 maggio a Palazzo Cavour, che presenta la più importante raccolta di opere pittoriche mai organizzata a Torino. La mostra permette di comprendere la complessità della pittura di Leonardo e di ammirare capolavori come la Maddalena discinta.

Maddalena discinta di Leonardo

La Maddalena discinta

Ai Musei Reali, dal 15 aprile al 14 luglio sarà allestita Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro, un percorso incentrato sul nucleo di autografi dell'artista conservati alla Biblioteca Reale di Torino. In mostra tredici preziosi disegni acquistati dal re Carlo Alberto nel 1840, e il celebre Codice sul volo degli uccelli, donato nel 1893 da Teodoro Sabachnikoff al re Umberto I. Questo straordinario corpus di opere, databili all’incirca tra il 1480 e il 1515, documentano l’attività di Leonardo dalla giovinezza alla piena maturità. In alcuni disegni è possibile riconoscere opere note come i nudi per la Battaglia d’Anghiari, i cavalli per i monumenti Sforza e Trivulzio e lo studio per l’angelo della Vergine delle Rocce. E poi c’è il celeberrimo Ritratto di vecchio, considerato l’autoritratto di Leonardo. La genesi dei disegni torinesi è indagata in mostra nella relazione con analoghe esperienze di altri artisti, ed è per questo che sarà possibile ammirare lungo il percorso le opere di maestri illustri, dai fiorentini Andrea del Verrocchio e Pollaiolo, dai lombardi Bramante e Boltraffio fino a Michelangelo e a Raffaello. Dall’eredità dell’arte antica all’esplorazione dell’anatomia e delle proporzioni del corpo umano, dal confronto tra arte e poesia allo studio dei volti e alla rappresentazione delle emozioni, l’itinerario è suddiviso in sezioni dedicate a possibili chiavi di lettura dell’opera di Leonardo da Vinci. Non mancano poi l'architettura e gli studi sul volo. La mostra ai Musei Reali sarà anche un’occasione per soffermarsi su un tema finora inesplorato, ovvero il rapporto di Leonardo con il Piemonte, attraverso le citazioni dei luoghi presenti negli scritti dell’artista. Disegno catalizzatore sarà il foglio del Codice Atlantico con il Naviglio di Ivrea.

MILANO - La Veneranda Biblioteca Ambrosiana prosegue la valorizzazione iniziata nel 2018 del proprio patrimonio di opere di Leonardo da Vinci: dopo I segreti del Codice Atlantico. Leonardo all'Ambrosiana (fino al 16 giugno), si apre il 18 giugno Leonardo in Francia. Disegni di epoca francese dal Codice Atlantico che presenta fino al 15 settembre una selezione di 23 fogli dal Codice Atlantico databili al soggiorno francese di Leonardo.
Dal 17 settembre al 12 gennaio arriva Leonardo e il suo lascito: gli artisti e le tecniche, dedicata ai disegni realizzati da Leonardo e dagli artisti della sua cerchia, mentre a Palazzo Reale sarà allestita, dal 5 marzo al 7 luglio, la mostra Il meraviglioso mondo della natura prima e dopo Leonardo incentrata sull'importante indagine condotta dall'artista per una nuova interpretazione della natura.
Dalla Milano del '400 a quella contemporanea in compagnia di due guide eccezionali: la Cripta di San Sepolcro accoglie dall’ 1 marzo al 30 giugno Leonardo and Warhol in Milano. The genius experience, un itinerario lungo sei secoli attraverso immagini di grande suggestione. Il pubblico sarà accompagnato nella Milano vissuta, disegnata e immaginata da Leonardo fino ad arrivare alla visione di The Last Supper di Andy Warhol, l'opera con cui nel 1986 il padre della Pop Art reinterpretò il capolavoro leonardesco.
Al museo Poldi Pezzoli sarà in mostra dall’8 novembre al 10 febbraio l’esposizione Intorno a Leonardo. La Madonna Litta e la bottega del maestro. La Madonna Litta è un dipinto a tempera su tavola (42×33 centimetri) che viene attribuito a Leonardo ma tale attribuzione non è comunemente accettata da tutti gli storici dell’arte: c’è chi lo ritiene opera di un suo allievo come Giovanni Antonio Boltraffio.

FIRENZE - Il capoluogo toscano celebrerà l'anno leonardiano con numerosi eventi. Tra gli altri, la mostra sul Verrocchio a Palazzo Strozzi (9 marzo-14 luglio); le mostre Leonardo e Firenze (25 marzo-24 giugno) nella Sala dei Gigli di Palazzo Vecchio e Leonardo da Vinci e la botanica (13 settembre-15 dicembre) nel complesso di Santa Maria Novella.

VINCI (FI) - Un calendario di oltre 50 eventi per celebrare il 500mo anniversario dalla morte di Leonardo, con al centro l'esposizione del quadro Paesaggio, il primo disegno attribuito all'opera del Genio, preso in prestito dalle gallerie degli Uffizi di Firenze. A organizzarli il comune di Vinci, terra natale di Leonardo, nell'arco del 2019. Si tratta solo di una parte del complesso delle celebrazioni, considerato che la prossima settimana verranno svelati anche gli eventi a cura invece dell'associazionismo locale. L'evento principale sarà il 15 aprile, giorno della nascita di Leonardo Da Vinci, l'esposizione di Paesaggio che resterà a Vinci fino al 15 ottobre. Nel corso del 2019 sono programmate una serie di conferenza a cura dei massimi esperti dell'opera leonardiana come Paolo Galluzzi, Marzia Faietti, Pietro Cesare Marani e Maria Teresa Fiorio.

Paesaggio di Leonardo

"Paesaggio", il primo disegno attribuito a Leonardo

A Carlo Vecce, il 13 aprile, il compito quest'anno di occuparsi della Lettura Vinciana con una conferenza sul tema "Leonardo e il tempo". Tre volumi saranno pubblicati dalla Biblioteca Leonardiana, che affronteranno aspetti come la collezione degli Windsor, le opere in territorio britannico e la Battaglia di Anghiari. Tra le iniziative sono compresi anche i passaggi di manifestazioni nazionali come la Mille Miglia di auto storiche e il Giro d'Italia di ciclismo.

CALUSCO D'ADDA (BG) - Mulini, alianti, una bombarda e persino una macchina volante. Sono questi alcuni dei progetti nati dal genio di Leonardo che fino al 17 febbraio saranno visibili nell’ex Chiesa di San Fedele all’interno della mostra “Leonardo Da Vinci 1519 – 2019, 500 anni di genio”  che racconta il rapporto fra il genio toscano e l’acqua.

vivere@viveregiovani.it

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0